PSG-Real Madrid, Zidane: "Astori? Che tragedia. Penso alla famiglia e alla figlia"

Champions League
zidane

L'allenatore del Real Madrid dopo la vittoria con il PSG: "Non sono un genio, scelgo solo i giocatori migliori. CR7 o Ronaldo il fenomeno? Cristiano ha tanti giocatori bravissimi che gli danno i palloni giusti". La delusione di Emery: "Il Real Madrid ha meritato"

IL REAL VINCE 2-1 A PARIGI

IL MINUTO DI SILENZIO PER ASTORI

I FUNERALI DI DAVIDE ASTORI

Vittoria all'andata per 3-1 al Santiago Bernabeu, vittoria anche al ritorno per 2-1 al Parco dei Principi. Il Real Madrid supera l'ostacolo Paris Saint Germain e si conferma infallibile in Champions League. Ancora una volta decisivo Cristiano Ronaldo, è lui l'autore dello 0-1 che mette ancor più in discesa il discorso qualificazione. Inutile il pareggio di Cavani, arrivato prima del definitivo 1-2 di Casemiro. Soddisfatto, ovviamente, Zinedine Zidane: "Io genio? Non lo sono – ha dichiarato l'allenatore francese – Questo che sto facendo è semplicemente mettere in campo la squadra migliore, concreta e compatta. Abbiamo fatto una grande partita all'andata e ce l'abbiamo fatta. Abbiamo vinto due volte contro il PSG che è una grande squadra. Non abbiamo sbagliato nulla, ma non è che non sbagliamo mai. Anche in campionato è successo spesso di sbagliare. Per noi era importante vincere, il cammino in Champions League è ancora lungo. Meglio CR7 o Ronaldo il fenomeno? Sono due grandissimi giocatori. Io ho giocato con l'altro Ronaldo, era un fenomeno e anche Cristiano lo è. E abbiamo tanti giocatori bravissimi che gli danno i palloni giusti". Un pensiero, ovviamente, anche a Davide Astori: "Più di un pensiero, pensiamo alla sua famiglia. E' una tragedia, pensiamo alla famiglia, alla figlia di due anni".

Emery: "Il Real Madrid ha meritato"

Ovviamente deluso, invece, Unai Emery: "Il Real Madrid ha giocato meglio di noi – ha dichiarato l'allenatore del PSG - Volevamo spingere di più ma il primo gol ha complicato la situazione, così come l'espulsione. Perdere con il Real Madrid non è un rammarico, ma uscire agli ottavi di finale sì. Nelle due partite il Real Madrid ha meritato la vittoria, quello che abbiamo fatto evidentemente non è bastato. Nel secondo tempo abbiamo fatto 20 minuti ottimi, nei quali avremmo anche potuto segnare. Non credo ci sia stato l'atteggiamento sbagliato, il rammarico è per quello che non siamo riusciti a fare in campo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche