PSG, Dani Alves: "Fuori dalla Champions perché il gruppo è poco unito. Neymar non è un burattino"

Champions League
Dani_Alves_Getty

L'esterno brasiliano sull'eliminazione del PSG dalla Champions League: "Manca unità all'interno del gruppo, di questo poi ne risenti in campo e l'ho capito anche con la nazionale. Neymar? Non è un burattino"

Si è interrotto agli ottavi di finale il cammino in Champions League del Paris Saint Germain, sconfitto nella doppia sfida contro il Real Madrid. Sfuma quindi il principale obiettivo stagionale del club francese, con Dani Alves che prova a spiegare i motivi di quest'eliminazione: "Le sconfitte non arrivano mai per caso – ha dichiarato l'esterno brasiliano a Esporte Espetacula – Ho vissuto una situazione simile anche nella nazionale brasiliana, mancava unità all'interno del gruppo. Il Paris Saint Germain si trova in una fase di transizione e alla fine, questa assenza di unità nel gruppo, finisce per incidere anche nelle prestazioni in campo. Secondo me il Paris Saint Germain dovrà soffrire ancora un po', perchè questo processo di trasformazione è molto più difficile".

"Neymar non è un burattino"

Nella partita di ritorno contro il Real Madrid è mancato anche Neymar, grande acquisto nell'estate scorsa del Paris Saint Germain. Il brasiliano era stato preso proprio per tentare l'assalto alla Champions League, obiettivo però sfumato già agli ottavi di finale. Tra l'altro, come detto, senza la possibilità di sfruttare le potenzialità di Neymar a causa dell'infortunio che lo ha costretto a saltare la sfida di ritorno al Parco dei Principi contro il Real Madrid. Sul brasiliano, compagno di squadra sia al Paris Saint Germain che in nazionale, Dani Alves dice: "La gente pensa che sia un burattino e non è vero. Sta crescendo e deve maturare per poter essere a suo agio con tutte le situazioni".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche