Roma, in semifinale il Liverpool. Monchi: "Riscattiamo la finale dell'84. Salah? Mi preoccupano tutti"

Champions League

Le parole a caldo del direttore sportivo giallorosso dopo il sorteggio che ha messo di fronte il Liverpool alla Roma: "Sarà una possibilità per riscattare la sconfitta in finale del 1984. Il ritorno di Salah? Mi preoccupano tutti dei Reds, non solo lui"

CHAMPIONS, SEMIFINALI LIVERPOL-ROMA E BAYERN-REAL

Sarà il Liverpool l’avversario della Roma nelle semifinali di Champions League. Dopo la straordinaria rimonta contro il Barcellona nei quarti di finale, nel penultimo atto della competizione gli uomini di Di Francesco si troveranno di fronte i Reds di Klopp: gara di andata ad Anfield Road, ritorno all’Olimpico, con il fattore campo che potrà essere determinante come già accaduto in occasione delle sfide dei turni precedenti contro Shakhtar Donetsk e Barcellona. Una sfida affascinante, a 34 anni di distanza da quella sconfitta in finale dell’allora Coppa dei Campioni non ancora dimenticata dai tifosi giallorossi. Un’occasione di riscatto dunque per la Roma, come sottolineato dal direttore sportivo Monchi pochi minuti dopo l’esito del sorteggio. "Sembra un’opportunità perfetta per dimenticare quella finale e ritrovare quella felicità che quell'anno non è stato possibile portare a Roma – ha detto il ds giallorosso ai microfoni di Sport Mediaset -, ma sarà difficile perché ci troviamo di fronte una squadra fortissima che ha eliminato il Manchester City. In questo momento, però, dobbiamo pensare solo a noi stessi e fare quello che abbiamo fatto molto bene col Barcellona per continuare su questa strada".

Salah? Mi preoccupano tutti quanti

Una doppia gara da affrontare con fiducia, soprattutto dopo l’incredibile impresa ottenuta contro il Barcellona. Sarà sfida nella sfida nel doppio confronto di Anfield e dell’Olimpico, con i giallorossi che ritroveranno l’ex Mohamed Salah, trasferitosi in maglia Reds nella scorsa sessione estiva di mercato. "Una vittoria come quella col Barcellona ci dà fiducia, ma contro il Liverpool sarà un’altra storia. In ogni caso dobbiamo prendere ciò che di buono abbiamo fatto perché così sarà meno difficile. Il ritorno di Salah? Mi preoccupa tutto il Liverpool, non solo Momo. Loro sono una squadra fortissima – ha concluso Monchi - con tanti giocatori importanti e un grande allenatore, per cui mi preoccupano tutti".

Gandini: "Finale è un sogno, dobbiamo provarci"

"Il Liverpool e' una squadra di grandissima tradizione, ci prepareremo bene per affrontarli umili e concentrati come abbiamo fatto finora". Cosi' l'ad della Roma, Umberto Gandini, sull'accoppiamento col club inglese in semifinale di Champions League. Grande ex della doppia sfida sara' l'egiziano Salah, ceduto in estate ai Reds. "Sta facendo una stagione straordinaria, a Roma ha lasciato ricordi bellissimi facendo molto bene. E ora torna a giocarsi la finale - ha ricordato Gandini a Sky Sport24 -. Saranno due grandissime serate di calcio, e sara' fondamentale andare ad Anfield, uno dei templi del calcio mondiale, e giocare una partita importante. Poi avremo il vantaggio minimo del ritorno in casa dove sicuramente ci sara' una grande spinta da parte del nostro pubblico". "La finale di Coppa dei Campioni persa nel 1984? Penso che i romanisti speravano di avere questa opportunità di rivincita per andare avanti - conclude il dirigente -. Il destino ci ha dato questo, ora pensiamo a qualificarci per la finale, e' un sogno e una opportunità grandissima. Abbiamo il dovere di giocarcela"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche