Roma, Pallotta: "In gare del genere serve il VAR, difficile accettare sconfitte così"

Champions League
pallotta_lapresse

Il presidente della Roma dopo l'errore arbitrale che ha penalizzato i giallorossi in Champions League: "In gare del genere serve il VAR, permette agli arbitri di evitare errori gravi. E' difficile accettare sconfitte che arrivano a causa di episodi di questo tipo. Liverpool forte, sono orgoglioso della nostra Champions perchè ci siamo confrontati con avversari con budget superiori"

Si è conclusa in semifinale la straordinaria avventura della Roma in Champions League, tra rimpianti e anche qualche polemica. Discorso qualificazione complicatosi maledettamente già all'andata, con il 5-2 di Anfield. I giallorossi, però, hanno sfiorato un'altra rimonta, battendo il Liverpool per 4-2 all'Olimpico. Sull'andamento del match ha pesato il clamoroso errore dell'arbitro Skomina, che non ha concesso alla Roma un clamoroso calcio di rigore per fallo di mano di Alexander-Arnold su un tiro a botta sicuro di El Shaarawy. Episodio che ha riacceso il dibattito sull'introduzione del VAR anche in Champions League, su cui si è espresso anche James Pallotta: "Dimenticherò presto questa storia, ma penso che qualcosa debba essere fatto – ha dichiarato il presidente giallorosso alla radio americana Sirius XM – Gli arbitri possono sbagliare, probabilmente sono anche dispiaciuti per i loro errori, ma potrebbero rimediare proprio grazie al VAR. In gare come queste deve essere usato, è difficile accettare di perdere una partita così importante con un episodio del genere. Ma purtroppo è andata così, il Liverpool è una squadra spettacolare. Ora abbiamo altre tre partite e vogliamo tornare in Champions League, come accaduto negli ultimi cinque anni".

"Orgoglioso per il cammino in Champions League"

Errori arbitrali a parte, bisogna fare gli applausi alla Roma per questa Champions League: "Sono orgoglioso di questa squadra – prosegue – Se guardiamo il cammino, abbiamo vinto un girone che tutti avevano definito 'della morte'. Poi siamo passati attraverso Barcellona e Liverpool, con i ragazzi che hanno sempre combattuto. Siamo realisti, il Real Madrid ha tre o quattro volte le nostre entrate e Bayern Monaco e Liverpool almeno il doppio. Abbiamo combattuto una battaglia contro altre semifinaliste che avevano un budget diverso, quindi penso che ci meritiamo il massimo rispetto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche