Finale Champions League 2018, Real Madrid e Liverpool sono a Kiev: Ramadan per Salah e cori per CR7

Champions League

In vista della finale del 26 maggio, Real Madrid e Liverpool sono atterrati all'aeroporto di Kiev, pronti a sfidarsi nell'ultimo atto della Champions League 2017-2018

REAL MADRID-LIVERPOOL, IL LIVE DELLA FINALE

LA CLASSIFICA DEI PIÙ VELOCI DELLA CHAMPIONS - CHAMPIONS 2020: FINALE A ISTANBUL

L'atto conclusivo della Champions League si avvicina: il 26 maggio la finale tra Real Madrid e Liverpool può regalare la tredicesima Coppa dei Campioni ai Blancos, mentre per i Reds una vittoria significherebbe il sesto trionfo. Entrambe le squadre sono atterrate a Kiev, sede della finale, pronti a sfidarsi in una partita che promette spettacolo, con due dei protagonisti della stagione di Champions che vogliono assolutamente regalare un successo ai propri tifosi. Da una parte Cristiano Ronaldo, dall'altra Mohamed Salah. Ecco le prime immagini degli arrivi di Real Madrid (che giocherà in casa la finale) e Liverpool.

Biglietti restituiti e voli cancellati

Purtroppo, nonostante una atmosfera già caldissima e decisamente degna di una finale, c'è una nota negativa: come confermato dal presidente della UEFA Ceferin, il Real Madrid ha restituito addirittura oltre 1000 dei biglietti che aveva ricevuto dalla federazione europea che organizza la competizione: trasporti troppo cari e scomodi, aggiunti a hotel dai prezzi considerati fuori portata hanno scoraggiato parte dei tifosi. Per motivi di sicurezza quei posti non saranno rivenduti e, di conseguenza, resteranno vuoti. Per i tifosi del Liverpool, poi, ci sono problemi legati a una disputa tra una compagnia di charter e le autorità aeroportuali di Kiev: oltre mille tifosi sono rimasti a piedi poiché dall'Ucraina non è arrivato il via libera all'atterraggio. Di conseguenza, la compagnia ha cancellato i voli. Si tratta di tifosi regolarmente muniti di biglietto: il Liverpool ora è al lavoro per trovare una soluzione.

Ramadan per Salah e Mané

Il Ramadan è nel pieno della propria durata. Iniziato lo scorso 16 maggio, termina il 14 giugno, e consiste in un periodo di totale digiuno dall'alba al tramonto. Tra i giocatori che dovranno fare questo sacrificio religioso spiccano i due terzi dell'attacco del Liverpool: Sadio Mané e Mohamed Salah, entrambi musulmani, rinunceranno a cibo e acqua fino a 50 minuti dal fischio d'inizio. Uno spuntino, una bevuta e via in campo, a giocarsi la Champions League. Nessuno sgarro per il senegalese e l'egiziano, con i tifosi del Liverpool che confidano in loro due e Firmino per battere il Real. Insomma, poco tempo per mettere via qualche energia e buttarsi nella mischia.

Cori per Cristiano

Sicuramente il più acclamato il numero 7 del Real Madrid: al momento dell'arrivo a Kiev, all'Hotel Opera, il portoghese è stato decisamente il giocatore cui sono stati dedicati il maggior numero di cori. Perché la finale è già iniziata, ed è CR7 contro Momo.

I giocatori del Real Madrid, elegantissimi, su tutti CR7

Look sportivo invece per i giocatori del Liverpool: occhi su Mohamed Salah, ci sono anche Can e Milner

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport