Cosa vedere a Valencia. La guida alle città della Champions 2018

Champions League

La guida delle città della Champions secondo Expedia.it: scopriamo Valencia, teatro della sfida d'esordio della Juventus di Massimiliano Allegri in Europa

VALENCIA-JUVE MINUTO PER MINUTO

Valencia è una città portuale che vanta moderne attrazioni, come un acquario e centri dedicati alle scienze, ma custodisce gelosamente anche l'architettura e i costumi tradizionali spagnoli e della Comunità valenciana. Dall'architettura medievale alle spiagge del Mediterraneo, dai centri culturali futuristici ai pittoreschi parchi urbani, Valencia è un cocktail perfetto di stili e atmosfere. La città fu fondata dai Romani nel 138 A.C. e si affaccia sulla costa orientale del paese, di cui è uno dei porti più trafficati. 

Le cose da vedere assolutamente in città

Le principali attrazioni di Valencia si trovano nelle vie e nei quartieri della Città vecchia, da esplorare preferibilmente a piedi. Plaza de la Reina ospita la Cattedrale di Valencia che (così si dice, secondo una credenza comune) custodisca il Sacro Graal.

L’oceanografico: il capolavoro post olimpico

Il parco oceanografico di Valencia (L'Oceanogràfic in valenciano) è il più grande parco marino d'Europa. Si trova nella zona della città che fino agli sessanta era del fiume Turia, poi prosciugato dopo una devastante inondazione. Il parco è stato realizzato riutilizzando un progetto dello scomparso architetto madrileno Félix Candela. L'oceanografico fa parte della Città delle arti e delle scienze: all'interno del parco marino si trovano circa 45 mila esemplari, con circa 500 specie diverse in un'area di 100 mila metri quadrati.

La città vecchia e il Barrio del Carmen

Il centro storico di Valencia coincide con il distretto Ciutat Vella, che in valenciano significa "città vecchia"  e comprende i più importanti monumenti storici. All’interno della Ciutat Vella sorge il famoso Barrio del Carmen, cuore della vita cittadina e centro del divertimento notturno. Alcuni dei quartieri sono La Seu, La Xerea, El Pilar de Valencia.

Quali sono i quartieri più interessanti? E quali da evitare?

Il Barrio del Carmen è il quartiere che attira più turisti. Durante il giorno offre bellezze artistiche e decine di vetrine, mentre al calar del sole diventa il luogo ideale per la movida notturna. Sono da evitare le zone in periferia senza un mezzo personale a disposizione.

Come arrivare a Valencia?

Dall’Italia ci sono voli quotidiani da molte città: Milano, Bergamo Orio al Serio, Roma Fiumicino, Roma Ciampino, Bologna, Trieste, Torino e Venezia. Le compagnie che servono Valencia sono Ryanair, Vueling e Alitalia. I prezzi sono mediamente bassi: prenotando in anticipo si va e si torna da Valencia con meno di 100 euro a testa. Dall’aeroporto di Valencia si arriva al centro in metro, autobus e taxi. La Spagna on the road è uno dei viaggi da sogno di molte persone. Arrivare a Valencia in auto è un'avventura con distanze considerevoli: sono 1350 km da Milano; 1700 da Roma; 1900 da Napoli; 2600 da Palermo. Non esistono collegamenti diretti con Valencia, ma si può scegliere di arrivare a Barcellona partendo dall’Italia con la nave, anche con auto al seguito e da li proseguire per Valencia.

Qual è il modo migliore per visitare la città?

Probabilmente il modo migliore per visitare la città è con mezzi propri (auto a noleggio) o con i mezzi pubblici, a patto che non si debba partire o arrivare nelle zone periferiche di Valencia. Consigliata la metropolitana rispetto agli autobus.

Come raggiungere la città dall’aeroporto

L’aeroporto di Valencia si chiama Manises e si trova a circa 8 km dal centro della città. Una nuovissima stazione, costruita in occasione della Coppa America 2007, permette di unire l’aeroporto con il porto in massimo 20 minuti. La stazione della metro si trova sotto il terminal dei voli nazionali: da qui partono le linee 3 e 5 che portano al centro di Valencia.

  • Linea 3: Rafelbunyol-Aeroport
  • Linea 5: Neptú / Torrent Avinguda-Aeroport

La linea 3 collega l’aeroporto con il centro: la fermata consigliata per arrivare nel centro storico è Xavita. La linea 3 funziona tutti i giorni dalle 5:29 alle 22:29. Sabato dalle 5:48 alle 22:28. Domenica e festivi dalle 7:08 alle 21:08. I treni passano ogni ora circa.

Come raggiungere lo stadio Mestalla?

L’impianto è situato a pochi km dal centro storico della città, nel quartiere di Aragón. Lo stadio è ben servito sia dalla metropolitana – la fermata Aragon lascia di fronte allo stadio – che dagli autobus urbani; inoltre, tutto intorno alla zona, ci sono piste ciclabili che consentono di muoversi con facilità anche in bicicletta.

Il meteo a Valencia, come sarà?

Qualche nuvola dovrebbe coprire il cielo di Valencia nel giorno della partita, ma si prevede che la sera della gara non ci sia coperto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport