Caso Sean Cox, l'imputato Lombardi: "Ho visto la caduta, non il pugno"

Champions League
moglie_sean_cox

Ascoltato dal giudice il secondo tifoso imputato per l'aggressione a Sean Cox prima di Liverpool-Roma, Filippo Lombardi: "Non ho visto il pugno, soltanto la caduta - ha ammesso - La situazione è precipitata e sentivo che i tifosi del Liverpool ci avrebbero caricato". La sentenza è prevista per mercoledì 17 ottobre

IL RINGRAZIAMENTO DELLA FAMIGLIA COX ALLA ROMA

SEAN COX, LA MOGLIE: "NON TORNERÀ PIÙ COME PRIMA"

In attesa della sentenza di settimana prossima (ci sarà molto probabilmente mercoledì 17 ottobre), la giornata di venerdì è stata cruciale nel processo per quanto accaduto a Sean Cox, tifoso del Liverpool ferito in modo molto grave prima della semifinale di Champions League contro la Roma. Una pena di due anni e mezzo è già stata inflitta al primo imputato, Daniele Sciusco, ed è stato ora ascoltato il secondo tifoso romanista, Filippo Lombardi: “Non ho mai avuto problemi con la Polizia - ha detto durante il processo - Mentre andavo ad Anfield mi sono diretto a sinistra e alcuni tifosi del Liverpool sono diventati aggressivi. Ho visto l’uomo cadere a terra: non ho visto il pugno, ma solo la caduta. La situazione è precipitata e sentivo che i tifosi del Liverpool ci avrebbero caricato”. Ha poi continuato spiegando come abbia scagliato la sua cinta contro i tifosi solo per proteggersi, dato che era spaventato di poter essere attaccato. Lombardi ha inoltre aggiunto che molti tifosi del Liverpool erano armati di bottiglie e che, separato dagli altri tifosi giallorossi, si sentiva “vulnerabile”. L’udienza è stata, come detto, aggiornata alla settimana prossima, quando arriverà la sentenza. “Sono stati fatti notevoli progressi”, ha ammesso il giudice. Pochi, invece, i miglioramenti di Cox, come raccontato dalla moglie: “La nostra vita non è più la stessa. Sean vede doppio, a volte triplo, non riesce a parlare ma capisce tutto. Ha la parte destra del corpo paralizzata”. Nella giornata di martedì è stato arrestato, come riferito dalla Polizia di Liverpool, anche un terzo tifoso della Roma (si tratterebbe di un trentenne), accusato anch’egli di aver preso parte all’aggressione a Sean Cox.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport