Barcellona-Inter, Spalletti amareggiato: "La classifica non conta, non va bene perdere così"

Champions League
Spalletti e Rafinha (getty)

L'allenatore nerazzurro deluso dopo la sconfitta del Camp Nou: "Non va bene perdere in questo modo, abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità. Mi aspettavo lo stesso atteggiamento delle altre due partite, ma così non è stato"

L'EX RAFINHA E JORDI ALBA: BARCELLONA-INTER 2-0

Appuntamento con il tris rimandato: troppo Barcellona per l’Inter. Dopo aver vinto contro Tottenham e PSV nelle prime due di Champions League, i nerazzurri si fermano al Campo Nou, sconfitti 2-0 dalla squadra di Valverde. Decisivi i gol dell’ex Rafinha e di Jordi Alba, che hanno permesso ai blaugrana di “dimenticare” l’infortunato Messi. Tutt’altro che soddisfatto al termine della gara Luciano Spalletti: “La cosa che mi fa più dispiacere è l'idea che abbiamo dato nel primo tempo - ha ammesso - Queste sono le partite ti danno la convinzione e l'autostima, come abbiamo già fatto con Tottenham e PSV. Mi aspettavo lo stesso atteggiamento anche oggi, perché lo sappiamo fare, invece non siamo stati coraggiosi nel girare palle, nel pulirla. E loro hanno interpretato bene questo nostro atteggiamento. Cosa è mancato? Non è un problema di un singolo, è che non siamo riusciti a tenere palla per poi stanare il giocatore in grado a liberarci lo spazio. C'era da fare qualche aggressione in più per recuperare palla e ribaltare la situazione”.

"Così non va bene"

Al Camp Nou un’altra Inter rispetto al derby, fatto che certifica la differenza tra giocare in Italia e in Europa: “È così, loro la palla la fanno viaggiare più velocemente, pensano prima, sono più reattivi - ha proseguito l’allenatore nerazzurro - Se la palla non la giriamo, se non troviamo l'uomo libero passando la pressione loro, è chiaro che diventa tutto più difficile. Non siamo mai stati in grado di eludere il loro pressing”. Il 2-2 tra Tottenham e PSV fa sorridere comunque l’Inter, che si ritrova nella posizione ideale per inseguire la qualificazione: “Vero, ma noi non dobbiamo dipendere dagli altri se vogliamo diventare una grande squadra come vogliamo. È stata una partita al di sotto delle nostre possibilità e non deve ricapitare. Così non va bene”, ha concluso Spalletti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.