Juventus, Nedved: "Atletico la squadra peggiore che potessimo pescare. Ci affideremo a Ronaldo, l'uomo della Champions"

Champions League

Dopo il sorteggio di Nyon, Pavel Nedved ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Abbiamo preso la seconda più forte che c’era a disposizione. Prevedo due sfide molto combattute e con pochi gol”. Poi ritorna su Marotta: “Ci sono dirigenti che ce la fanno ad andare in altre squadre e dirigenti che non ci andrebbero mai”

NYON “REGALA” L’ATLETICO MADRID ALLA JUVENTUS

NEDVED: “MAROTTA NON E’ MAI STATO JUVENTINO”
 

L’urna di Nyon ha detto Atletico Madrid. Fra le peggiori avversarie che la Juventus potesse pescare, lo dicono anche i precedenti. Due, sostanzialmente. Un pareggio e una sconfitta, con i bianconeri che non sono mai riusciti a battere la squadra di Simeone. La speranza è che, in questo doppio confronto, le cose possano andare diversamente. Dal Wanda Metropolitano al… Wanda Metropolitano. La finale si giocherà proprio a Madrid, in quello stadio dal quale la Juventus dovrà però saltare un ostacolo bello grosso: “Come dice il nostro allenatore, l’importante è arrivare agli ottavi – ha commentato Pavel Nedved ai microfoni di Sky Sport – non importa se come primi o come secondi. Questo sorteggio lo dimostra, perché di fatto abbiamo preso la seconda più forte che c’era. In casi del genere serve sempre un po’ di fortuna, che noi però non abbiamo avuto. Detto questo, abbiamo una squadra molto forte e ci faremo trovare pronti”.

“Ci affideremo a Ronaldo. E su Marotta…”

La finale, dunque, è ancora lontana. Per arrivarci serviranno i gol di Ronaldo: “Ci affideremo a lui – ha continuato il dirigente bianconero – Cristiano è l’uomo della Champions, ma potremo contare anche sugli altri giocatori. Faremo di tutto per passare il turno”. Certo, l’avversario un po’ di paura la mette: “E’ una squadra forte in tutti i reparti, molto equilibrata, difficile da affrontare. Si basano su una difesa forte, giocano molto bassi, sanno darti fastidio davanti con Griezmann. Prevedo due sfide molto difficili, non molti gol ma tanto equilibrio”. Chiosa anche sulle due sconfitte in Champions contro United e Young Boys: “Non ci piace perdere, assolutamente. Avevamo prestabilito di passare il turno per primi e ci siamo riusciti, quindi non posso fare nessuna critica ad allenatore e squadra, che fin qui stanno raggiungendo tutti gli obiettivi”. E dopo la battuta nel pre-partita del derby, Nedved torna anche su Marotta: “La mia è stata una semplice affermazione. La Juventus c’è stata prima di Marotta e ci sarà anche dopo. Ci sono due tipi di dirigenti, quelli che possono andare ovunque e quelli che non andrebbero da nessuna parte”.
 

Il commento di Allegri

"Chi ha ambizione, non ha timore". Massimiliano Allegri commenta cosi', su Twitter, il sorteggio degli ottavi di finale di Champions League che vedrà la sua Juventus sfidare l'Atletico Madrid

I più letti