PSG, Neymar furioso con Skomina: diretto nello spogliatoio dell'arbitro, lo ferma lo staff

Champions League

Spettatore obbligato al Parco dei Principi, complice l'infortunio al piede che lo relega ai box da fine gennaio, l'attaccante brasiliano aveva già commentato sui social l'operato del direttore di gara dopo il rigore-qualificazione assegnato allo United in pieno recupero. Secondo un testimone oculare interpellato da RMC Radio, la situazione stava addirittura per precipitare con Neymar diretto nello spogliatoio di Skomina: provvidenziale l'intervento dei membri dello staff che hanno scongiurato il peggio

CHAMPIONS, SORTEGGI UNICI PER QUARTI E SEMIFINALI

NEYMAR ATTACCA IL VAR SU INSTAGRAM: "UNA VERGOGNA"

BUFFON, LA CHAMPIONS RESTA MALEDETTA

BUFERA SU RABIOT: PSG OUT, LUI BALLA IN DISCOTECA

Da una parte c’è l’impresa del Manchester United con una rimonta mai vista in 106 precedenti di Champions, dall’altra inevitabilmente la delusione è tutta in casa PSG. Mai oltre i quarti di finale dal 2013, scoglio che ha risposto addirittura agli ottavi nelle ultime tre edizioni nonostante una rosa di valore assoluto, i parigini condividono con Gigi Buffon la maledizione di una competizione irraggiungibile. Vittorioso 2-0 a Old Trafford prima del 3-1 incassato al Parco dei Principi, Tuchel lamenta gli errori individuali nelle prime due reti e soprattutto il rigore-qualificazione in pieno recupero: l’arbitro Skomina e il Var hanno punito la mano di Kimpembe sul tiro di Dalot, episodio che ha causato il penalty trasformato da Rashford al 93'. Festa United e tormenti sotto la Torre Eiffel, rammarico misto a rabbia nel caso di uno dei grandi assenti nel match di ritorno: parliamo di Neymar, spettatore obbligato al Parco dei Principi complice l’infortunio al piede che lo relega ai box da fine gennaio. Inevitabilmente l’attaccante brasiliano, 20 gol e 11 assist in 23 gare stagionali, avrebbe fatto comodo ai campioni di Francia eliminati dalla Champions: ciò nonostante O Ney è riuscito a fare notizia sebbene costretto alle stampelle.

Il rigore assegnato nella coda della partita ha suscitato la durissima reazione dell’ex Barcellona su Instagram, dove ha postato l’immagine del fallo e parole fuori luogo: "Questa è una vergogna! Mettono quattro persone che non capiscono di calcio a controllare le immagini. Non esiste! Come fa il ragazzo a colpire di mano se è girato di spalle? Ma vaff******".  Un commento a caldo già sufficiente per rimediare una severa squalifica, tuttavia Neymar non si è limitato alla contestazione sui social: come riportato da un testimone oculare interpellato da RMC Radio, infatti, il furioso campione brasiliano avrebbe imboccato il tunnel che conduce agli spogliatoi cercando d’introdursi nel locale destinato alla terna arbitrale. Prima che la situazione precipitasse, fortunatamente, alcuni membri dello staff parigino hanno placato l’ira del giocatore trattenendolo a forza sebbene O Ney fosse costretto alle stampelle. Non si è trattato dell’unico eccesso al Parco dei Principi dopo l’eliminazione: il Daily Mail riporta della rabbia del proprietario Nasser Al-Khelaifi, tornato alla calma solo dopo aver danneggiato una delle porte dello spogliatoio. Nervi tesi in casa PSG, situazione praticamente inevitabile dopo l’ultimo flop in Champions League.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche