Cristiano Ronaldo, Uefa apre inchiesta per l'esultanza alla Simeone: "Condotta impropria"?

Champions League

La commissione disciplinare del massimo organismo del calcio europeo ha aperto ufficialmente un'indagine sul gesto del fuoriclasse portoghese arrivato dopo Juve-Atletico. La decisione sulla pena sarà presa il 21 marzo prossimo

CR7, NIENTE SQUALIFICA: CON L'AJAX CI SARÀ

CRISTIANO RONALDO, L'ESULTANZA ALLA SIMEONE. VIDEO

JUVE-ATLETICO: GOL E HIGHLIGHTS

Il gesto era arrivato al termine della splendida rimonta contro l’Atletico Madrid. Tre gol, una prestazione mostruosa e la qualificazione ai quarti di finale per la sua Juventus in quella che doveva essere la sua serata. L’esultanza sfrenata di Cristiano Ronaldo, però, col gesto diventato virale in pochissimi secondi sui social network, è finito nel mirino dell’Uefa. La commissione disciplinare del massimo organismo del calcio europeo ha aperto ufficialmente un’indagine per "condotta impropria" per quello che sin dai primi istanti era sembrato una risposta a Diego Pablo Simeone, che si era rivolto così ai suoi tifosi dopo la partita d’andata al Wanda Metropolitano, vinta dai suoi ragazzi per 2-0.

L'Uefa cita due comma del proprio regolamento disciplinare: l'Art. 11 (2) (b) and Art. 11 (2) (d). Nel primo si parla di "violazioni delle regole di decenza". Nel secondo di comportamenti che "portano discredito" all'Uefa e all'intero mondo del calcio. Non viene preso invece in considerazione l’art. 15 del regolamento disciplinare, che punisce con la squalifica vari comportamenti tra cui un “provoking spectators” che poteva anche essere attribuito a CR7.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche