Ajax-Juventus, Allegri: "Cristiano Ronaldo è di un'altra categoria, bene Cancelo e Rugani"

Champions League

Così l'allenatore bianconero su Sky Sport: "Rugani e Cancelo hanno giocato bene, anche Bentancur. Deve solo migliorare negli inserimenti. Ajax? Squadra temibile". Una battuta sul numero di Douglas Costa nella ripresa: "Avrebbe dovuto mettere la gamba e cadere"

AJAX-JUVENTUS 1-1: GOL E HIGHLIGHTS

Max Allegri ha riassunto la gara di Cristiano in poche parole: "E un giocatore di un'altra categoria, non c'è niente da fare". Super gol di testa, poi il pareggio di Neres. Da numero 7 a numero 7, Ajax-Juventus finisce 1-1. La sfida dell'Allianz Stadium sarà decisiva: "Sono una squadra temibile, l'hanno dimostrato, hanno qualità importanti". Intervenuto su Sky Sport nel post partita, Max Allegri ha commentato il risultato in vista del ritorno. 

"Bene Rugani e Cancelo"

Si inizia dai difensori: "Rugani ha giocato bene, ma ero sereno, è uno dei migliori difensori che abbiamo ed è normale che debba migliorare. I 4 difensori hanno lavorato bene, anche Cancelo". Continua Allegri: "Abbiamo allungato meno di quanto avremmo dovuto fare. Non siamo stati distratti secondo me, ma abbiamo subito gol nel secondo tempo e loro hanno preso fiducia. È stato uno shock, poi ci siamo compattati e siamo usciti dalla pressione". 

"Bentancur ha fatto una grande gara"

L'uruguiano ha giocato un'ottima gara, soltanto un piccolo rimprovero da Allegri: "Deve migliorare negli inserimenti. Ha giocato bene, ma un centrocampista deve farsi trovare pronto, ogni tanto su questo resta a metà strada. È successo anche domenica contro il Milan. Pjanic era sempre sottopressione, lui ha giocato bene, avremmo potuto fare meglio nello sviluppo di gioco. Siamo stati bravi a chiudere le linee di passaggio, Pjanic ha fatto bene in fase difensiva, forse in fase offensiva avrebbe potuto fare qualcosa in più". 

Sul numero di Douglas Costa: "Doveva cadere!"

Palo pieno del brasiliano dopo una grande giocata nello stretto, Allegri la chiude lì con una battuta. Il tutto sottolineando l'importanza dell'esterno quando entra a gara in corso: "Doveva mettere la gamba e cadere! Così de Jong sarebbe stato espulso, forse. Le partite si chiudono anche così, non bisogna essere per forza puliti". Una battuta tipica dell'allenatore, che poi chiude così: "Cristiano Ronaldo è di un'altra categoria, ha tempi di gioco diversi rispetto a tutti. Non c'è niente da fare. Sapeva cosa fare e come colpire". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.