Liverpool-Barcellona, quando Klopp cantava dopo la finale persa del 2018: "Torneremo"

Champions League

A distanza di una stagione i Reds riconquistano la finale di Champions dopo il ko di Kiev contro il Real. Lo scorso anno, alle sei di mattina, Klopp cantava abbracciato ai tifosi un motivetto ora (forse) profetico: "Riporteremo la Coppa a Liverpool". Intanto ecco il messaggio di complimenti di un ex...

GOL E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA

COSÌ È NATO IL GOL BEFFA DEL 4-0 - LE GRANDI RIMONTE LIVERPOOL

È passato meno di un anno, e il Liverpool in Europa continua a stupire. La rimonta 4-0 contro il Barcellona ad Anfield porta la firma di Origi e di Wijnaldum, di van Dijk e di Mané, ma inevitabilmente anche quella di Jurgen Klopp. Il suo capolavoro si è sviluppato su centottanta minuti, partendo da un ko troppo pesante, e immeritato, al Camp Nou fino alla partita perfetta davanti ai propri tifosi. Questione di gioco e di filosofia, di tattica e di tecnica, ma anche di mentalità. Poco prima dell'inizio della partita il tedesco, davanti alla sua panchina, sorrideva; felice perché lui il calcio lo ama per davvero e non vede l'ora di vederlo giocare, specie poi se così bene dai propri calciatori. Un vero vincente pur nella sconfitta, arrivata nelle sue due precedenti finali alla guida dei Reds: quella di Europa League del 2016 e quella di Champions del 2018. Un Klopp da applausi che, dopo Kiev e l'amarezza di una partitissima persa con ben due papere clamorose del proprio portiere, era il primo a guardare al futuro con un sorriso.

"We saw the European Cup…" iniziava il motivetto, mentre Klopp era abbracciato ai tifosi dei Reds, alle sei di mattina. Il senso era: "Abbiamo visto la Champions, il Real ha avuto tutta la fortuna, ma noi non ci arrabbieremo e riporteremo la Coppa a Liverpool". Una canzoncina che, a distanza di una stagione, suona quasi profetica. Perdere una finale fa male, e il tedesco lo sa, ma progettare nuove imprese supera il rammarico. Vederlo cantare così, un anno dopo, rimane uno spot di filosofia sportiva. Che sia Ajax o Tottenham, ora l'obiettivo è tornare a cantare con i suoi amici tifosi: questa volta per davvero, "riportando la Coppa" dalle parti di Anfield.

Il messaggio di Karius

Dopo il successo contro il Barcellona sono arrivate, inevitabilmente, tantissime reazioni sull'impresa firmata dal Liverpool: ex giocatori e leggende del club, star non solo del mondo del calcio ma di tutti gli sport. Tra questi anche quello di Loris Karius, il portiere che - con due papere clamorose - rovinò la finale dello scorso anno ai Reds permettendo 1-0 di Benzema e definitivo 3-1 di Bale. "Questo è Anfield! Felicissimo per il club e per i tifosi" - ha scritto su Twitter il tedesco del Besiktas. Un messaggio sincero e apprezzato, anche se gli stessi tifosi saranno per lo più felici di avere tra i pali, questa volta, uno come Alisson.

I più letti