Juve-Lokomotiv Mosca, Sarri: "Bravi a non perdere la testa. Tridente? Sì, ma non sempre"

Champions League

L'allenatore bianconero: "Non abbiamo sbagliato partita, eravamo solo meno brillanti. Siamo stati bravi a non perdere la testa". Sul tridente composto da Cristiano Ronaldo, Dybala e Higuain: "In determinate occasioni si può"

Una vittoria sofferta, ma preziosiosissima per la classifica quella ottenuta dalla Juventus. "Non abbiamo avuto tanti problemi, ma la loro intensità si è triplicata quando sono andati in vantaggio e a quel punto non era facile continuare a giocare", le parole di Maurizio Sarri nel post gara. "Stavamo dominando ma non riuscivamo a raddrizzare la gara in nessuno modo. Ci siamo presi dei rischi con tanti giocatori offensivi contemporaneamente, era palese la sensazione di riprendere la partita. Il rischio di andare in ansia era forte, ma siamo stati bravi a non perdere la testa e alla fine abbiamo fatto bene", è questa l’analisi di Maurizio Sarri dopo il successo in rimonta della Juventus in Champions contro la Lokomotiv Mosca (2-1) arrivata grazie a una doppietta di Dybala. A contribuire a ribaltare il match anche la mossa tattica che ha visto Sarri schierare il tridente composto dalla Joya, Cristiano Ronaldo e Higuain: "Loro non avevano la forza di ripartire e quindi si poteva azzardare la scelta di farli giocare insieme, sono stati ordinati tutti e tre e non era semplice".

 

"Tridente? Sì, ma solo in certe situazioni"

Sarri ha poi proseguito: "Dybala e Higuain insieme? Era il momento giusto per provarli. Non era semplice per loro, in futuro si potrebbe riproporre questa soluzione. Non ci potremo certamente permettere, in determinate occasioni, un tridente composto da loro e Ronaldo, ma altre volte sì". L'allenatore bianconero ha poi concluso: "Non abbiamo sbagliato partita, eravamo meno brillanti del solito e loro hanno fatto una buona partita difensiva. Giocando ogni tre giorni ci può stare".

I più letti