Champions, Messi raggiunge Raul e Ronaldo. Ma l'errore sotto porta è da non credere VIDEO

Champions League

Con la rete allo Slavia Praga, l'argentino ha raggiunto i primatisti per numero di squadre (33) colpite in Champions League. Poi, la clamorosa occasione sciupata sul punteggio di 1-2

Record su record per Leo Messi nell'ultima partita di Champions League. Il gol che mercoledì ha aperto le marcature contro lo Slavia Praga ha aggiunto anche il club ceco alla lunga lista di avversarie europee colpite dalla Pulce. 33, come Raul Gonzalez e Cristiano Ronaldo. Messi aggiorna così anche lo score di miglior marcatore di sempre nella fase a gironi della competizione: ora è a quota 67, a +5 su CR7 (lontanissimo, al terzo posto, Benzema a quota 43). Il duello resta aperto, con il numero 10, oggi 32 anni, che continua a entrare nella storia blaugrana anche per longevità: quello contro lo Slavia è stato il primo gol di Messi in questa edizione della Champions, la 15esima consecutiva che vede l'argentino tra i marcatori. In maglia Barcellona, nessuno ci era mai riuscito.

Doppietta mancata

Ma nella notte di Praga, Leo ha dimostrato anche il suo lato più umano, sciupando una clamorosa occasione sotto porta al 74', quando il punteggio era sull'1-2. Un tocco sotto di sinistro terminato abbondantemente a lato, per la disperazione di Valverde in panchina. Il risultato comunque non cambierà e al fischio finale rimarranno solo tutti i record di Messi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche