Inzaghi dopo Lazio-Bayern Monaco: "Per determinate partite non siamo ancora pronti"

lazio

Il rammarico dell'allenatore biancoceleste dopo la pesante sconfitta dell'Olimpico: "Episodi ed errori individuali hanno indirizzato la partita, non possiamo regalare tre gol ai campioni del mondo. Questa sconfitta servirà per crescere e farci capire che non siamo ancora pronti per determinate partite". E sulla gara di ritorno: "La qualificazione è compromessa, andremo a Monaco con più tranquillità"

LAZIO-BAYERN MONACO 1-4, GOL E HIGHLIGHTS

Non può che essere rammaricato Simone Inzaghi, dopo la pesante sconfitta interna della sua Lazio contro il Bayern Monaco nella gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League. Allo Stadio Olimpico finisce 4-1 in favore dei tedeschi, al termine di una partita senza storia sin dai primi minuti. L'allenatore biancoceleste, intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine della gara, ha analizzato così la sfida: "Ci eravamo detti di giocarci la nostra partita, ma sicuramente l'abbiamo sentita troppo. Giocavamo contro i campioni del mondo in carica, che però i gol se li dovrebbero creare da soli. Invece tre gol su quattro sono stati regalati da noi. Anche gli episodi non sono andati bene, probabilmente sull'1-0 c'era anche un rigore a nostro favore, ma questa sconfitta ci servirà ancora di più nel nostro percorso di crescita e per capire che per determinate partite non siamo ancora pronti. Gli episodi e gli errori individuali hanno indirizzato la partita e c'è il rammarico di non essermi potuto giocare questa partita con tutti gli effettivi. A conti fatti le nostre assenze sono pesate maggiormente delle loro".

"Qualificazione compromessa, ora pensiamo al campionato"

vedi anche

Il Bayern blinda i quarti, Lazio demolita 4-1

Inzaghi però vuole guardare il percorso nella sua interezza e si dichiara comunque soddisfatto di essere arrivato a giocarsi una partita di questa importanza: "C'è delusione, ma per noi è già un grande traguardo essere qua. In determinate partite devi fare zero errori e essere nella serata migliore, sperando che non lo siano gli avversari". E tra tre settimane ci sarà la gara di ritorno a Monaco, da affrontare sicuramente con la testa più leggera rispetto a quanto fatto questa sera: "La partita di ritorno si preparerà con più tranquillità. Andremo a fare la nostra partita, sapendo di aver compromesso il discorso qualificazione. Ora ci concentriamo sulle prossime partite di campionato e poi penseremo a Monaco".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.