Mura-Tottenham, Conte: "Prestazione scarsa sotto tutti i punti di vista, mi serve tempo"

Conference League

L'allenatore italiano dopo la sconfitta del suo Tottenham in Slovenia: "Prestazione scarsa sotto tutti i punti di vista, sia tecnico-tattico che mentale. Confermo la mia idea: servirà tempo e pazienza per migliorare e portare questa squadra a livelli competitivi. Espulsione Sessegnon? Bisogna migliorare su questi dettagli, lui come gli altri giovani. Ma sapevo di andare incontro a una grande sfida per me e per la mia carriera"

MURA-TOTTENHAM 2-1: HIGHLIGHTS

È arrivata in Conference League, in casa del Mura, la prima sconfitta da allenatore del Tottenham per Antonio Conte. Gli Spurs cadono in Slovenia, subendo il gol del definitivo 2-1 al 94'. Un risultato che ha fatto arrabbiare l'ex Inter: "Dopo questa partita il mio stato d'animo non è buono – ha dichiarato l'allenato italiano a Sky Sport – Questa è stata una brutta sconfitta, ci siamo complicati la vita ritrovandoci in 10 per più di un'ora e la prestazione è stata scarsa sotto tutti i punti di vista, non solo a livello tecnico-tattico ma anche mentale. C'è tanto su cui lavorare, dopo questa partita resto dell'idea che bisogna impegnarsi e avere pazienza, servirà tempo per migliorare la squadra e portare il Tottenham a essere competitivo. In questo momento siamo in difficoltà, dobbiamo restare umili e lavorare. Di sicuro questa è una brutta sconfitta per noi".  

"Sessegnon deve migliorare, questa per me è una grande sfida"

leggi anche

Conte crolla in Slovenia: Mura batte Tottenham 2-1

Decisiva l'espulsione di Sessegnon al 32': "Deve migliorare perché era già accaduto con il Vitesse, su questi dettagli bisogna lavorare tanto. Ci sono tanti giovani e sappiamo che devono essere aspettati, lungo il percorso possono esserci degli errori. Ma ho accettato il lavoro al Tottenham e sapevo di andare incontro a una grande sfida per me e per la mia carriera. Questa sconfitta, quindi, non tocca il mio orgoglio, l'unico obiettivo resta migliorare la squadra e portarla a un buon livello, ma serve tempo e anche i nostri tifosi devono essere pazienti", conclude Antonio Conte.