16 gennaio 2017

Pioli, Coppa con Gabi dal 1': "Vogliamo la finale"

print-icon
Stefano Pioli - Inter

Stefano Pioli. Con lui l'Inter ha vinto sei delle otto gare giocate in Serie A (getty)

Martedì sera i nerazzurri saranno impegnati a San Siro contro il Bologna negli ottavi di Coppa Italia. L'allenatore sicuro: "Questa squadra ha grandi valori". Sul possibile turnover: "Schiererò un undici competitivo. Vincere ci fa bene e dobbiamo continuare a farlo"

“Questa squadra ha grandi valori”: parola di Stefano Pioli. E a giudicare dalle cinque vittorie consecutive in Serie A si vede. L’Inter è pienamente recuperata, mentalmente e fisicamente, dopo un disastroso avvio di stagione. Parallelamente al campionato, anche la Coppa Italia può dare una mano ai nerazzurri per centrare l’obiettivo europeo. A San Siro martedì sera entreranno in scena contro il Bologna di Donadoni, che nell’ultimo weekend ha agguantato a Crotone una vittoria già fondamentale per centrare la salvezza. Per Pioli un ritorno al passato, ma “ora serve concentrarsi sul presente”.

Sulla Coppa - “Il tabellone ci vede entrare a sole 4 partite dalla finale, è un obiettivo e per arrivare in finale bisogna far bene domani”, ha detto l’allenatore dell’Inter. “Ci stiamo preparando bene perché è una competizione molto importante. Se la serenità è accompagnata da concentrazione, giocare a San Siro è un fattore importante. Il fatto di essere in casa ci può dare dei vantaggi, anche se sul campo saremo 11 contro 11 e dovremo dimostrare con una prestazione all'altezza di essere superiori ai nostri avversari".

Turnover - "Terrò presente chi ha lavorato tanto sabato sera ma anche chi sta lavorando tanto tutti i giorni. Schiererò una formazione competitiva, dopo gli ultimi allenamenti capirò chi è nella migliore condizione. Vincere fa bene e noi dobbiamo continuare a farlo. Del ‘mio’ Bologna l’unico rimasto è Taider, che però è infortunato. Di Vaio fa il dirigente. E' stata un'esperienza positiva, ma ora è troppo importante il nostro momento che ci vede in crescita e dobbiamo insistere".

Sul campionato - “Non credo che per noi sia un problema vedere le altre big vincere, abbiamo un obiettivo chiaro: fare più punti possibili. Solo facendo il massimo possiamo inanellare tante vittorie. Lo credevo al mio arrivo e ne sono convinto ancora, la squadra ha grandi valori. Il nostro futuro non dipende solo da noi, ma continuando a vincere accorceremo le distanze, sarebbe importante in questo momento per far diventare determinanti gli scontri diretti".

Incontro con Thohir, Gabigol titolare - Intanto nel pomeriggio l'allenatore dell'Inter ha potuto abbracciare il presidente nerazzurro Erick Thohir, a Milano per un viaggio già programmato negli scorsi mesi, che si è ovviamente recato al centro sportivo nerazzurro per salutare la squadra e lo staff tecnico. Il presidente dell'Inter potrà così osservare direttamente dallo stadio il sempre più certo esordio dal primo minuto di Gabriel Barbosa, utlizzato finora per soli 20 minuti in campionato da de Boer e dall'allenatore italiano. Il brasiliano oggi è stato a lungo provato in allenamento nell'11 che sfiderà il Bologna e dovrebbe giocare nel 4-2-3-1 alle spalle dell'unica punta Palacio, con Eder sulla sinistra e Candreva sulla destra. In difesa, invece, al fianco di Andreolli tornerà titolare Medel a quasi due mesi dall'operazione al menisco esterno del ginocchio destro.

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky