Coppa Italia, Fiorentina-Sampdoria 3-2: viola qualificati. GOL e HIGHLIGHTS

Coppa Italia

Al Franchi i viola si qualificano ai quarti di Coppa Italia, dove incontreranno la vincente tra Lazio e Cittadella. Contro la Sampdoria, decidono Babacar e due calci di rigore di Veretout.

CLICCA QUI PER RIVIVERE FIORENTINA-SAMPDORIA

FIORENTINA-SAMPDORIA 3-2

2' Babacar (F), 39' Barreto (S), 59' rig. e 90' rig. Veretout (F), 77' rig. Ramirez (S)

Tre rigori, cinque gol e un'altalena di emozioni da togliere il fiato. Sono questi gli ingredienti di un pazzesco Fiorentina-Sampdoria, match valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia. La spuntano i viola ad un minuto dalla fine, grazie al secondo rigore segnato da Veretout, una rarità per i viola, visto che non ottenevano due rigori nella stessa partita dal match con il Piacenza del 1998. Quello del francese è l’ultimo sussulto di una sfida davvero pazza, utile a regalare alla Fiorentina il pass per i quarti di finale dove affronterà la vincente del match tra Lazio e Cittadella. 

Primo tempo

Nemmeno il tempo di dare il via alla sfida, che la Fiorentina passa già in vantaggio grazie alla zampata di Babacar. Ottimo il lavoro di Benassi, abile a pescare in verticale il compagno di squadra che, liberatosi dalla marcatura di Regini, fredda sul primo palo Puggioni. Un avvio scintillante per i viola che, trovato il punto del vantaggio, non alzano il piede dall’acceleratore. Prima Saponara e poi Chiesa provano a fare breccia nella difesa doriana, ma Regini e Strinic fanno buona guardia. Servono dieci minuti agli uomini di Giampaolo per entrare in partita, facendosi vedere dalle parti di Dragowski con Caprari e Alvarez, i quali però non riescono ad impensierire più di tanto il portiere avversario. Dopo una partenza a razzo, il ritmo in campo piano piano comincia a calare, con le due squadre che preferiscono studiare il momento giusto in cui colpire. Intorno alla mezz’ora, altro brivido per Puggioni, salvato da Capezzi sulla botta violenta di Veretout dal limite. Qualche minuto dopo, è il portiere doriano ad evitare il raddoppio, bloccando senza problemi una conclusione ravvicinata di Astori. L’inerzia della partita non cambia, la Fiorentina spinge e la Sampdoria si difende, provando in ripartenza a sorprendere gli uomini di Pioli. Intorno alla mezz’ora, i viola vanno vicinissimi al raddoppio prima con Chiesa e poi con Pezzella, con il primo che calcia alto sopra la traversa e il secondo che non inquadra di testa lo specchio della porta. Nel miglior momento della Fiorentina, ecco arrivare come una sentenza il pareggio della Sampdoria. Azione che nasce dagli sviluppi di un corner, la palla arriva al limite dell’area nei pressi di Sala che calcia forte verso la porta. Il tiro arriva tra i piedi di Barreto che, al limite del fuorigioco, fa secco Dragowski riportando il punteggio in parità. Il centrocampista paraguaiano sale così a due gol nella Coppa Italia 2017/2018, allungando la striscia positiva dei doriani contro la Fiorentina, in rete in dieci degli ultimi undici confronti diretti in questa competizione. Prima della fine del primo tempo, Chiesa prova a riportare avanti la Fiorentina, ma la conclusione del talento viola viene murata da Regini. 

Secondo tempo

Nella ripresa, Giampaolo sceglie di giocarsi subito la carta Torreira al posto di Capezzi, alquanto fuori dal match nel corso del primo tempo. La mossa dell’allenatore doriano non reca subito benefici alla squadra, dal momento che il pallino resta in mano alla Fiorentina. Babacar giganteggia in area avversaria, riuscendo al quarto d’ora del secondo tempo a conquistarsi anche un calcio di rigore. Dopo un silent check con il collega al VAR, Abisso decide di assegnare il penalty, trasformato in maniera impeccabile da Veretout che sigla così la quarta rete della sua stagione, la terza al Franchi. Subito lo svantaggio, Giampaolo effettua anche il secondo cambio, scegliendo Ramirez per Alvarez. Il neo entrato va subito vicino al gol, ma Dragoswski dice no. Sugli sviluppi del calcio d’angolo successivo, Barreto sfiora la doppietta, cogliendo il palo di testa. Passano due minuti e questa volta è Caprari a colpire il palo direttamente su calcio di punizione, si salva ancora la difesa viola. Il gol è nell’aria e la Samp lo realizza su rigore, procurato e segnato dal solito Ramirez  che sale così a due gol in questa competizione. La Fiorentina non ci sta e si getta in avanti alla ricerca del tris, provandoci prima con Vitor Hugo e poi con Chiesa. Nella prima occasione è Silvestre a deviare in angolo, mentre il numero 25 viola non riesce a trovare il tempo per la conclusione in porta. Ad un minuto dalla fine, un’ingenuità di Murru regala il secondo calcio di rigore alla Fiorentina. Veretout non sbaglia e manda ai quarti di finale la Fiorentina, dove affronterà la vincente del match tra Lazio e Cittadella.

Il tabellino

Fiorentina (4-3-3): Dragowski; B. Gaspar, Pezzella, Astori, Biraghi; Benassi, Sanchez, Veretout; Chiesa, Babacar, Saponara.
All. Pioli

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Regini, Silvestre, Strinic; Barreto, Capezzi, Praet; Alvarez; Caprari, Zapata.
All. Giampaolo

I più letti