Udinese, Oddo: "Peccato per il gol concesso, ma la squadra è solida. La mentalità è quella giusta"

Coppa Italia

Insigne piega i friulani, ma Massimo Oddo è soddisfatto della prova complessiva dei suoi: "Abbiamo fatto bene in fase difensiva, la rabbia è solo per il gol concesso su palla in uscita. Sono contento però dei ragazzi, alcuni di loro erano reduci da tanta panchina e stasera hanno giocato 90' contro il Napoli, per questo faccio loro i complimenti"

Con l'amaro in bocca per il risultato e per il gol concesso al Napoli, ma soddisfatto per la prova complessiva dei suoi. L'Udinese esce sconfitta dal San Paolo e saluta la Coppa Italia, Massimo Oddo commenta così il match: "Sono arrabbiato perché abbiamo fatto una partita di sofferenza e solidità, rischiando solo nelle circostanze in cui il Napoli è stato molto bravo a crearsi delle occasioni, e poi abbiamo preso un gol su una palla in uscita centrale. Questo non esiste, era un gol evitabile: eravamo posizionati male. Le scelte di formazione? C'era l'esigenza di cambiare qualcosa dal punto di vista fisico. Difficilmente potevamo fare di più dal punto di vista offensivo, dietro invece abbiamo fatto benissimo. Peccato per il gol".

"Con questa mentalità possiamo toglierci delle soddisfazioni"

Oddo risponde ancora sul turnover: "Non è semplice per chi non è abituato a giocare spesso, ritrovarsi a giocare all'improvviso 90'. Per questo faccio i complimenti ai ragazzi. Mi interessa come sempre la solidità che abbiamo acquisito con questo tipo di mentalità possiamo toglierci grosse soddisfazioni. Udinese troppo rinunciataria? Abbiamo preparato la partita per fare delle controffensive, ma c'è sempre l'avversario: non ci hanno consentito di ripartire. O li prendi alti nel pressing oppure devi stare basso". Infine, un commento sulle modifiche apportate da quando è arrivato a Udine: "Qual è stato il mio impatto sul campo? Abbiamo cambiato modulo e atteggiamento, ho introdotto la difesa a tre perché credo che le caratteristiche dei miei giocatori siano più adatte a questo modulo. Avevamo subito troppi gol e quindi avevamo bisogno di qualcosa di diverso. Poi il cambio di allenatore deve portare anche nuovo entusiasmo e convinzione nei propri mezzi ai calciatori, mezzi che questa squadra ha".

I più letti