Lazio, squadra in palestra: Inzaghi non rinuncia all'allenamento

Coppa Italia

Nonostante la neve i biancocelesti non rinunciano ad allenarsi, la squadra svolge un lavoro in palestra in vista dell'impegno in Coppa Italia di mercoledì. Tornano tutti i big, Felipe Anderson partirà dalla panchina

LAZIO-MILAN, LE NEWS SULLE PROBABILI FORMAZIONI

Il "sergente" Inzaghi non si ferma. Neve a Roma? Giocatori incuriositi dai fiocchi nella capitale? Ok. Niente allenamento mattutino, tutto spostato al pomeriggio. A Formello si va. Ovviamente al chiuso, in palestra, ma si va. E Inzaghi vuole preparare i suoi in vista della semifinale di Coppa Italia contro il Milan all'Olimpico. Gattuso sta cercando un campo dove far allenare i suoi in vista della rifinitura di martedì, Inzaghino scruta la prossima mossa. Dovrà mettere in campo la rosa migliore e ripartire dallo 0-0 di San Siro. 

La probabile formazione, tornano i big

Mercoledì scatterà la rifinitura pre-partita (Buriain permettendo...). Pochi dilemmi per Inzaghi, che nel 3-0 contro il Sassuolo ha schierato diverse seconde linee e adesso potrà contare sui suoi uomini migliori. Strakosha tra i pali ovviamente, poi tre maglie per due posti: de Vrij confermato al centro, Radu a sinistra e uno tra Wallace, Bastos e Caceres sul centro destra, con quest'ultimo più defilato per via del problema al ginocchio rimediato contro la Steaua Bucarest. Sulla destra, invece, verrà schierato Marusic. Contro il Sassuolo è stato espulso, rischia due giornate di squalifica per una gomitata. Spazio a Basta contro la Juve e al montenegrino contro il Milan. A sinistra Lulic, poi i tre intoccabili: Parolo, Lucas Leiva e Milinkovic-Savic, reduce dall'ennessima doppietta stagionale (la quarta). In avanti spazio al solito tandem, Ciro Immobile con Luis Alberto. Felipe Anderson in panchina. 

200 milioni per Milinkovic-Savic? 

Dalle parti di Roma non è arrivato solo "Burian". Anche un po' di calciomercato. Una sorta di "minaccia" per lotito&co. Si parla di Milinkovic-Savic, uno che ormai non ha bisogno di presentazioni. Classe '95, 11 gol stagionali, un'ultima doppietta contro il Sassuolo. Numeri da record. Numeri di un ragazzo che segna come pochi. Forse nessuno. Di sicuro al top tra i centrocampisti della sua età nei cinque campionati principali d'Europa. Ah, il mercato. Sì. Dalle parti di Formello sarebbe arrivata un'offerta da 200 milioni di euro. Duecento eh? Roba che la trattativa andasse in porto Milinkovic diventerebbe il secondo trasferimento più costoso della storia dietro a quello di Neymar (222 milioni). La Lazio - secondo quanto riferito dal ds Tare prima della sfida col Sassuolo - avrebbe rifiutato 70 milioni di euro. Cifra comunque importante per un calciatore. Ora un top club avrebbe bussato alla porta di Formello addirittura con 200 milioni. Il suo agente, Mateja Kezman, ha parlato alla Laziosiamonoi dicendo che "per adesso bisogna soltanto pensare al campo". Che "sono arrivate diverse offerte ma non è il momento per parlarne". Ergo, Milinkovic non si muove. Almeno per ora. E' il perno del centrocampo di Inzaghi e vuole raggiungere la Champions, andare avanti in Europa League e centrare la seconda finale di Tim Cup consecutiva. A giugno, magari, si penserà al calciomercato. A Formello iniziano a bussare dei top club. 

I più letti