Inter-Fiorentina, Conte: "Eriksen alza livello. Tridente è opzione"

Coppa Italia
©Getty

L’allenatore nerazzurro ha commentato così il successo in Coppa Italia sulla Fiorentina: "Eriksen ha qualità e personalità, è intelligente e sa sempre dove mettersi". Gli fa eco Barella: "È un fuoriclasse"

Incerottata, ma vincente: l’Inter batte la Fiorentina e vola alle semifinali di Coppa Italia, dove incontrerà il Napoli. Antonio Conte ha analizzato la sfida partendo dall’emergenza a centrocampo, intervistato da Rai Sport: "Per via di problemi, che mi auguro che non siano grossi, c’erano soltanto Barella e Vecino e ho forzato Eriksen che è arrivato ieri. Ha mostrato subito le sue qualità e ha personalità, calcia di destro e di sinistro e ci alza il livello di esperienza e di qualità. Mi auguro di avere più calciatori in mezzo al campo perché siamo un po’ in difficoltà. Da attaccante è difficile che sia utilizzato, ma è molto duttile, ha propensione all’ultimo passaggio, al gol ed è molto intelligente, si piazza sempre nella zona giusta di campo. Poi più lavorerà con noi e più entrerà nell’idea di calcio che abbiamo". I mancati recuperi di Sensi e Borja Valero hanno costretto l’allenatore a improvvisare: "Abbiamo preparato in un giorno la partita per giocare col trequartista e due punte perché avevamo giocatori indisponibili, provando qualcosa di diverso, ma quando si improvvisa bisogna sperare che le cose vadano bene. Siamo riusciti poi a rimetterci col nostro sistema e le cose sono migliorate. Eriksen comunque può giocare in diverse zone del campo. Barella sta crescendo, anche lui come Sensi ha avuto un infortunio di non poco conto. Aveva bisogno di un po’ di tempo per rientrare nella nostra idea di calcio e ritrovare le distanze. Ha forza ed energia, non è il primo gran gol che fa: ora deve continuare a questi livelli e tornare com’era prima dell’infortunio".

Idea 3-4-3 per il futuro

All’idea di riproporre presto l’assetto con tre punte, Conte prende tempo. "La scelta di giocare con tre attaccanti è stata una forzatura perché avevamo solo due centrocampisti, che hanno fatto molto bene. Per il futuro vedremo, perché anche Eriksen può ricoprire quel ruolo ma bisogna lavorarci e non in un giorno solo. Può essere un’opzione" ha concluso l’allenatore.

L’analisi di Barella

Il gran destro a volo di Nicolò Barella ha deciso l’incontro. "Quando ho visto la palla in aria ci ho provato ed è andata all’angolino, ma devo imparare a fare quelli più facili" ha commentato su Rai Sport al fischio finale il centrocampista nerazzurro. Che lancia la carica per il prosieguo di stagione: "Vogliamo arrivare fino in fondo in tutte le competizioni che giochiamo, compresa la Coppa Italia. Siamo contenti, è stata una vittoria meritata. In campionato ci impegneremo di più, ma è lungo e c’è tempo. Magari con un po’ di fortuna…". Infine, il benvenuto a Christian Eriksen: "È un fuoriclasse, un giocatore molto importante per noi perché ci alza il livello. Speriamo faccia esplodere lo stadio".

CALCIO: SCELTI PER TE