Milan, Montella: "Attenzione allo Shkendija. Kalinic ideale per noi"

Europa League

L'allenatore rossonero parla alla vigilia del match d'andata di Europa League e avverte i suoi: "I macedoni hanno idee chiare e un giocatore pericoloso come Ibraimi, non dobbiamo sottovalutarli". Grande entusiasmo anche da Suso: "Anno cruciale per noi, dobbiamo dare il meglio"

"In Europa le partite non si ipotecano all'andata. Può sempre succedere di tutto, anche dopo risultati larghi". Vincenzo Montella tiene in guardia i suoi in vista della gara di andata del preliminare di Europa League contro lo Shkendija: "Loro hanno più partite ufficiali nelle gambe, inclusi 3 turni preliminari di Europa League - aggiunge nella consueta conferenza stampa della vigilia -. Recentemente hanno anche battuto i campioni di Macedonia in carica. Dimostra che hanno idee chiare e in attacco possono contare su un giocatore di talento e imprevedibilità come Ibraimi. Dipenderà da noi se farla diventare o meno una partita complicata". L'allenatore rossonero si sofferma poi sul momento della squadra e su alcuni individualità: "Il match di giovedì e le prime giornate di campionato saranno molto importanti, dobbiamo partire bene e spero che la squadra non sbagli mai. Il gruppo sta crescendo, Andrè Silva ha bisogno di tempo per adattarsi al calcio italiano ma ha un sicuro avvenire. Domani credo partirà titolare anche se Cutrone è in uno stato di forma straordinario. Dispiace non avere ancora a disposizione invece Biglia e Romagnoli. Non so i tempi di recupero, per Alessio vedremo nei prossimi giorni ma il suo reintegro è fondamentale per passare alla difesa a 3 perché è mancino e completerebbe il reparto con gli altri. Al posto di Lucas sceglierò tra Montolivo e Locatelli, anche se possono giocare insieme. Suso ha grandi potenzialità, può crescere ancora in tutto. Bonucci capitano? Scelta della società".

"Kalinic ideale per noi"

Sulla cessione di Bacca e sull'imminente arrivo di Kalinic infine Montella dice: "Nikola non è il classico bomber ma è un giocatore funzionale al nostro calcio, altruista e che sa muoversi in ogni situazione di gioco. Dovesse arrivare comunque non giocherà contro il Crotone. Da Carlos ci aspettavamo qualcosa in più, non ho sfruttato tutte le sue capacità. Avevamo visioni diverse su ciò che deve fare l'attaccante, ora gli auguro il meglio".

Suso: "È un anno cruciale per noi. Rinnovo? Non ci sono limiti per firmare"

Accanto a Montella parla anche Suso, molto carico in vista dei prossimi impegni stagionali: “Questo è un anno cruciale per noi – spiega lo spagnolo -. Siamo più forti dell’anno scorso e dobbiamo dare il meglio. Kessié mi ha impressionato, ma ho grande feeling anche con Conti. Personalmente punto sempre a migliorare, anche se sono felice di quanto ho dato nella passata stagione. Sento di poter giocare sia da esterno che da trequartista, nel 3-5-2 di Gasperini al Genoa ho fatto anche la seconda punta. Per quest’anno l’obiettivo è andare in Champions, ma dobbiamo lottare per cercare di vincere tutte le partite”. In chiusura Suso fa una battuta sul rinnovo di contratto: “Non ci sono limiti o scadenze per firmare, ma mi sa che ne sapete più voi di me (ride, ndr). Ho già detto quello che c’era di dire, ora mi voglio concentrare sul campo". 

I più letti