Europa League, Gasperini: "Il Lione imparerà a conoscerci. Out Toloi, Ilicic c'è"

Europa League

L'allenatore nerazzurro presenta la partita di Europa League contro i francesi: "Toloi non ci sarà. Da monitorare le condizioni di Ilicic. Snobbati dal Lione? Ci può stare". Caldara: "Con noi vanno tutti in difficoltà"

Serenità e tanta voglia di sorprendere l'Europa, sì: l'Atalanta continua il suo percorso con lo stesso entusiasmo dopo la meravilgiosa vittoria contro l'Everton. Proprio come manifestato da Gasperini alla vigilia della partita contro il Lione: "Loro sono un gruppo di assoluto valore, l’anno scorso sono stati tra le migliori in Europa: dobbiamo sbagliare poco, restare concentrati e avere la forza di proporci in avanti. Noi snobbati? Ci può stare, loro da tempo sono stabili in Europa a differenza nostra. Vogliamo giocare al meglio delle nostre possibilità. Il Lione è una squadra forte, ma noi rappresentiamo il calcio italiano e lo vogliamo fare bene".

Scelte e turnover

"Ilicic è convocato, sta molto meglio, poi vedremo domani per la decisione definitiva. L'unica defezione è quella di Toloi". Tra esperienza e un avversario davvero insidioso: "Fekir è un giocatore che conosciamo bene, come del resto tutti i componenti del Lione: oggi con i mezzi che ci sono possiamo conoscere tutta la rosa, parliamo di un calciatore di spessore. Non conosce Gomez? Una volta che starà stabilmente nella Nazionale argentina avrà più visibilità".

Questione di orgoglio

La voglia di un giovane, la consapevolezza di un talento assoluto. Caldara mostra tutto il suo orgoglio di rappresentare Bergamo in Europa, ecco le sue parole ai microfoni di Sky Sport: "Quella di domani sarà una gara complicata, ma noi siamo pronti al sacrificio: se ci aiutiamo possiamo mettere in difficoltà chiunque. Per non subire goal serve la giusta concentrazione, ne abbiamo parlato nello spogliatoio: in Europa le distrazioni non sono ammesse. Il Lione corre per tutta la partita, ha dinamismo e l’anno scorso ha passato il turno contro la Roma, ma noi, a livello di condizione fisica, siamo in grado di contrastarli. Fa piacere rappresentare Bergamo in Europa. I tifosi desideravano il ritorno in Europa e per me, da bergamasco, è un’emozione particolare".

I più letti