02 novembre 2017

AEK Atene-Milan, Montella: "Da un po' di tempo assisto al mio funerale, ma la società mi è vicina e mi sostiene"

print-icon

L'allenatore rossonero dopo il pareggio di Atene: "Non era facile giocare, loro marcavano tutti i calciatori a uomo. Tutte le partite sono importanti, lo saranno anche le prossime. Problema gol? Dovevamo distribuirli meglio, bisogna migliorare certi meccanismi"

Stesso risultato dell'andata. In 180 minuti il Milan non riesce a segnare all'AEK Atene e, anche in Grecia, deve accontentarsi dello 0-0. Pareggio che rimanda il discorso qualificazione alla prossima giornata ma che permette ai rossoneri di mantenere il primo posto nel girone. Questo il commento di Vincenzo Montella: "Vedo qualità, nelle settimane scorse creavamo di più ma subivamo anche un po' di più - ha dichiarato l'allenatore rossonero - Ora invece subiamo qualcosa in meno, pur creando meno occasioni. Non era una partita facile, avevamo tutti i calciatori marcati a uomo tranne Bonucci. Potevamo fare di meglio e raccogliere una vittoria. Numericamente ci manca qualche gol, dovevamo distribuirli meglio. C'è da lavorare, ma vedo una squadra con la testa sul campo. Anche con l'AEK Atene nessuno si è tirato indietro, sono fiducioso. Era una partita delicata, così come lo saranno quella di domenica e le altre. E' da un po' di tempo che assisto da vivo al mio funerale, è un vantaggio perchè ti accorgi di tante cose. La società però mi è vicina e mi sostiene, poi non so cosa accadrà".  

"Bisogna migliorare nei movimenti offensivi"

Sugli attaccanti, aggiunge: "Suso è un calciatore importante, sta bene. Non ho voluto rischiarlo perchè aveva un leggero affaticamento. E' probabile che la prossima volta giochi dall'inizio. Andrè Silva è un giovane di talento e personalità, deve crescere ma capita a volte di sbagliare scelta. Abbiamo bisogno di oliare i sincronismi, talvolta non c'è movimento senza palla. Bisogna migliorare queste situazioni, perchè quando le squadre avversarie ci marcano a tutto campo serve qualcosa in più".

Bonucci: "Vogliamo far ritornare l'entusiasmo di quest'estate"

Questo, invece, le parole di Leonardo Bonucci, squalificato in campionato e tornato a giocare in Europa League: "Le due partite con l'AEK Atene sono state strane, loro giocavano uomo contro uomo e ci lasciavano la superiorità solo dietro – ha dichiarato il difensore rossonero - Sapevamo che era difficile, ma abbiamo preso un buon punto e ora pensiamo alla gara contro il Sasuolo, vogliamo riprendere la corsa in campionato. In queste due settimane ho potuto lavorare bene, ho fatto un percorso importante sia a livello fisico che mentale. Dovevo staccare un po' dopo tutto quello che ho passato dal 14 luglio. Ma devo ancora crescere, sono contento però della prestazione. Montella? In campo scendiamo noi, non soltanto le idee dell'allenatore. Quindi ci mettiamo la faccia, dobbiamo far risultato per far tornare l'entusiasmo che c'era quest'estate. Vedo in questa squadra grandissima qualità, ci manca un pizzico di personalità e sfrontatezza nel prendersi qualche responsabilità in più quando abbiamo la palla tra i piedi. Labbro spaccato? Ho ricevuto una tacchettata nell'ultima azione, ma fa parte del gioco".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

Torino-Juventus: quote del derby della Mole

PyeongChang 2018: tutti i risultati LIVE

Spalletti: "Squadra fragile, ma no a rivoluzioni"

Ballardini: "Stiamo crescendo. Pandev ha classe"

Ausilio: "Icardi vuole restare, ancora insieme"

Federer batte anche Seppi, è in finale a Rotterdam

FA Cup, doppio Lukaku trascina lo United ai quarti

Lopez: "Io e la squadra potevamo fare di più"

Maran: "Ho trasmesso la mia serenità alla squadra"

Final Eight, la finale sarà Torino-Brescia

Serie C, girone B: risultati e classifica

I PIU' VISTI DI OGGI
I PIU' VISTI DI OGGI