Milan, Mirabelli: "Vogliamo provare a prendere Reina. Giocheremo per Astori immaginandolo al nostro fianco"

Europa League

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport prima di Milan-Arsenal, il direttore sportivo rossonero ha parlato degli obiettivi futuri del club in sede di mercato: "Abbiamo avvisato il Napoli, vogliamo sentire l’agente di Reina per capire se si può prendere. E in panchina, se ci sono io, rimane Gattuso". Poi su Astori: "Giocheremo per lui immaginandolo al nostro fianco"

MILAN, PRONTO UN BIENNALE PER REINA

Parole chiare sul Milan del futuro.  Pochi minuti prima del fischio d’inizio della gara valida per l’andata degli ottavi di finale di Europa League tra la squadra di Gennaro Gattuso e l’Arsenal, Massimiliano Mirabelli – oltre a confermare per l’ennesima volta l’allenatore in panchina - ha dichiarato apertamente che Pepe Reina, portiere del Napoli in scadenza di contratto a giugno 2018, è un obiettivo dei rossoneri per il prossimo mercato estivo. "Noi cerchiamo di guardare sempre al futuro – ha detto il ds del Milan ai microfoni di Sky Sport -, per quanto riguarda l'allenatore sapete che, se ci sono io, sarà Gattuso. Poi può darsi che non ci sono io e magari non ci sarà Gattuso, oppure rimarrà lo stesso. E guardiamo anche alle altre cose: abbiamo avvisato il Napoli per dire che vogliamo sentire l'agente di Reina, per regolamento funziona così. Vogliamo vedere se ci possono essere le condizioni per prendere questo giocatore".

Non cambieremmo nessuno dei miei giocatori con quelli dell’Arsenal

Poi una battuta sulla sfida contro la squadra di Wenger, il dirigente del Milan ripone grande fiducia sui suoi uomini: "Ne parlavamo in pullman e siamo stati chiari, Gattuso diceva che non cambierebbe nessuno dei nostri giocatori con quelli dell'Arsenal, pur essendo loro una grande squadra, una squadra blasonata formata da grandi campioni. I nostri giocatori sono giovani – ha detto Mirabelli -, alcuni all'esordio in Europa, però sappiamo che sono già calciatori che possono aprire un ciclo importante come diciamo da tempo".

Giocheremo per Astori

In chiusura inevitabile un pensiero per Davide Astori: "Abbiamo vissuto ore tremende perché è venuto a mancare un ragazzo di 31anni cresciuto qui – ha concluso Massimiliano Mirabelli -, quindi in questa gara speciale giocheremo per lui immaginandolo al nostro fianco, ma non ci sono parole per descrivere questo momento".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche