Roma-Borussia, Fazio furioso: "Tutti hanno visto che non era rigore"

Europa League

Giallorossi furiosi con l'arbitro Collum per il rigore fischiato al 94' in favore dei tedeschi: "Gli ho chiesto spiegazioni ed era pieno di dubbi", le parole del difensore argentino: "Gli ho detto di guardare la faccia di Smalling, che era diventata subito rossa", la spiegazione di Dzeko

Una beffa atroce, soprattutto in un momento così. La Roma, pur decimata dagli infortuni, stava battendo la prima della classe in Bundesliga ma poi la sfortuna è tornata ad abbattersi sulla squadra di Fonseca. Il Borussia M'Gladbach pareggia al 94' con Stindl, che dal dischetto non sbaglia. Il rigore, però, è frutto di una decisione sbagliata dell'arbitro Collum, perché Smalling tocca il pallone con il volto e non con la mano: "Ha sbagliato tutto, ha fatto una grande cazzata", così ha commentato nel post partita a Sky un Fazio davvero furioso: "Ci ha rovinato una prestazione di sacrificio e lotta. Gli ho chiesto spiegazioni in campo ed era pieno di dubbi". La classifica del gruppo J adesso è cortissima. La Roma resta prima con 5 punti, ma per la qualificazione è ancora tutto aperto. Il Basaksehir, infatti, ha battuto il Wolfsberger 1-0, con la squadra turca che ha agganciato così gli austriaci a quota 4. Chiudono proprio i tedeschi a tre: "Abbiamo visto tutti che non era rigore - ha continuato il difensore - ormai siamo abituati a questi episodi degli arbitri, stanno facendo troppi danni. Anche a Cagliari c'era il VAR eppure non ci hanno dato il gol".

Dzeko: "Gli ho detto di guardare la faccia di Smalling"

Oltre al difensore ha parlato anche Dzeko, costretto a scendere in campo nonostante la maschera protettiva. Kalinic, in fin dei conti, è fuori per infortunio e quindi il bosniaco non può riposare: "E' stato un errore grave quello dell'arbitro - ha commentato così l'episodio che ha portato al pareggio del Borussia - con due punti di più la classifica sarebbe stata diversa. Ora abbiamo altre tre partite in cui può succedere di tutt". Il discorso poi cade sulla decisione di Collum e sugli attimi in cui le proteste dei giallorossi si sono fatte sentire: "Gli ho detto di guardare la faccia di Smalling, che era subito diventata rossa. Era la dimostrazione più chiara di come la palla fosse finita lì. Ma l'arbitro è stato irremovibile. Abbiamo perso due punti, dobbiamo guardare avanti". Chiosa finale sulle sue condizioni dopo l'intervento in seguito alla frattura dello zigomo: "Sto meglio - ha concluso - dispiace per il nostro momento. Questo è il quarto pareggio di fila, la vittoria ci sarebbe servita tanto".

Rabbia social

E le polemiche della Roma non si sono limitate solo al campo e alle interviste post partita. L'acccount inglese del club giallorosso ha immediatamente postato su Twitter tutta la propria indignazione: "Questo è il motivo per cui il VAR è necessario anche in Europa League", la didascalia con cui, nel maggio del 2018, era stato pubblicato un video ironico che ritraeva il figlio di Perotti mentre cadeva sul prato dell'Olimpico in seguito ad un contrasto con papà. Un filmato subito riproposto dalla Roma, che ha inoltre condiviso il pensiero social di Smalling. Il difensore, che ha preso la palla con la faccia e non con la mano, ha pubblicato uno scatto raffigurante se stesso, con tanto di diciture "Smalling testa" e "Smalling braccio" presso le rispettive parti del corpo. Ad accompagnare una frase tanto amara quanto polemica: "Incredulo per questa decisione contro di noi".

La polemica social del difensore

I più letti