Sturm Graz-Lazio, Sarri: "Ripartire dall'umiltà, parlare di scudetto è una ca...ta"

Europa League

Terza giornata del gruppo F di Europa League per i biancocelesti, che giovedì alle 18:45 scenderanno in campo in Austria. Sarri: "Errore di superficialità contro il Midtjylland, dobbiamo lottare per rimettere a posto la situazione. Turnover? Ora siamo all'inizio di un ciclo e credo serva meno, non è una cosa che voglio programmare"

Vuole ripartire la Lazio di Maurizio Sarri, che giovedì alle 18:45 scenderà in campo in Austria contro lo Sturm Graz. Equilibrio totale nel gruppo F di Europa League, con tutte le squadre appaiate a tre punti. Alla vigilia del match l'allenatore biancoceleste ha presentato ai microfoni di Sky Sport la partita: "Abbiamo fatto un errore di superficialità contro il Midtjylland, forse anche di presunzione. Quindi dobbiamo venire qui e ripartire dall'umiltà e lottare per rimettere a posto una situazione che avrebbe potuto essere migliore ma che è ancora salvabile. Abbiamo questa serie di partite, bisogna vincere domani". Successivamente Sarri torna sulla sconfitta rimediata nella scorsa giornata: "Non possiamo pretendere di vincere tutte le partite, la sensazione è che in Danimarca non abbiamo neanche giocato fatta eccezione per i primi 15 minuti. Fa un po' rabbia questo di aspetto, poi nello sport ci sono anche i giorni in cui perdi e bisogna saperli accettare, però si perde in altro modo".

"Turnover? Credo che ora ce ne sia un po' meno bisogno"

leggi anche

Calendario terza giornata Europa League

Sarri prosegue il suo intervento parlando dello Sturm Graz: "Ho visto partite di grande ritmo e intensità, bisogna entrare in campo con un grande livello di applicazione e determinazione, perché in Europa se mancano queste due cose non te la puoi cavare. Purtroppo noi italiani siamo un po' troppo superficiali nelle valutazioni, si pensa che se un campionato è inferiore rispetto al nostro allora tutte le squadre debbano essere di scadente livello, invece in tutte le nazioni ci sono 2/3 squadre forti. Ci dobbiamo aspettare delle difficoltà, essere pronti alla battaglia fisica". In chiusura l'allenatore della Lazio parla del turnover: "In Danimarca eravamo alla fine di un ciclo, ora siamo all'inizio e abbiamo giocato una partita sola fatta eccezione per chi è stato in nazionale. Quindi penso che in questo momento ci sia un po' meno bisogno del turnover, poi come ho sempre detto non è una cosa che voglio programmare perché basta un infortunio o una squalifica per farti saltare tutto quello che avevi programmato, è una cosa che viene naturale".

Sarri in conferenza: "Le voci sullo scudetto non vanno ascoltate"

leggi anche

Gli eventi da non perdere su Sky Sport

In conferenza stampa Sarri ha parlato delle voci che mettono la Lazio come una delle possibili candidate per la vittoria dello scudetto: "La più grande ca...ta che possono fare i miei giocatori è ascoltare chi parla di scudetto. Purtroppo Roma è specializzata in questa esaltazione e poi nel ritorno della polvere nel giro di una settimana. Dobbiamo fare un percorso e dobbiamo crescere molto per essere competitivi, non per vincere". Sarri poi parla dei singoli: "Romagnoli viene da un'annata nella quale ha giocato poco e ha avuto tanti infortuni. Non mi sembra il caso di metterlo a rischio con le tre partite a settimana, adesso sta meglio e domani sceglieremo chi giocherà. Immobile non so se riposerà: i primi che stiamo prendendo in considerazione da tenere fuori sono quelli che hanno giocato tutta la partita domenica. Pedro è con noi da qualche giorno, lo stiamo aspettando perché per noi è importantissimo. Gila non è stato presentato nella maniera giusta: è come comprare un giocare della Juventus U23 e prensentarlo come un giocatore della Juventus. Comunque sta facendo un percorso meraviglioso".