Italia, Chiesa punta la Spagna: "Vorrei sfidare Asensio e Bellerin"

Europei
chiesa_under21

Il talento della Fiorentina, reduce dall'esordio contro la Danimarca nell'Europeo U21, sogna di giocarsela con gli spagnoli: "Asensio è già un campione, ma il gol di Pellegrini è stato più bello". Ora la Repubblica Ceca: "Sono a totale disposizione di Di Biagio"

Un assaggio di Europeo - il primo in carriera, da terzo più giovane della spedizione (dopo Donnarumma e Locatelli) - nella prima gara contro la Danimarca, ora la voglia di trovare spazio e rincorrere il sogno insieme ai compagni dell’U21. Federico Chiesa è ottimista e pensa già alla gara contro la Repubblica Ceca: “Sono a totale disposizione di Di Biagio, deciderà lui. Io mi farò trovare pronto. Mi trovo benissimo a sinistra: da piccolo e in Primavera giocavo lì”, ha detto in conferenza stampa il talento della Fiorentina. Reduce, appunto, dal suo esordio nella competizione che si gioca in Polonia: “Il primo messaggio ieri mi è arrivato da mamma - ha raccontato - Mi piace giocare a calcio: entro in campo e faccio quello che più amo. È stato un anno bellissimo. Penso solo a dare il massimo quando sono in campo”. Un vizio di famiglia, la Polonia. Suo papà Enrico, da calciatore, ha segnato infatti due gol a Cracovia con le maglie di Parma e Lazio. Per Federico esordio con assist per il gol di Petagna. “Mio padre ha avuto un percorso diverso dal mio perché è arrivato in serie A a 24 anni, mi ha aiutato con i consigli giusti”.

"A Pellegrini il gol più bello: gesto tecnico magnifico"

A proposito di giocatori bravi, Chiesa ha le idee chiare: “In questo Europeo mi piacerebbe sfidare Bellerin e Asensio”. Lo spagnolo del Real già si contende il posto per il gol più bello dell’Europeo con Pellegrini, in gol con un’incredibile rovesciata: “E’ stato più bello quello di Pellegrini perché è stato un gesto tecnico magnifico, ma anche Asensio ha fatto una gran giocata: l’ha messa sotto l’incrocio. Sono due campioncini… Anzi lui è già un campione visto che ha vinto la Champions con il Real”. Poche parole sulla Fiorentina, in conferenza: “Non ho ancora sentito né Pioli né i Della Valle. L’esordio contro la Juventus me lo porterò però dentro per sempre. È stata una stagione bellissima”. Da coronare con l’Europeo U21, che nella giornata di martedì permetterà anche agli Azzurrini di vivere l’esperienza di una giornata ad Auschwitz: “Andremo a celebrare la memoria di tutti quelli che sono morti durante la seconda guerra mondiale. Mi hanno già raccontato che è un posto molto triste”, ha concluso Chiesa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche