Italia-Belgio, Mancini: "Ho pochi dubbi di formazione, spero ci siano Hazard e De Bruyne"

italia

Il Ct azzurro alla vigilia del quarto di finale contro il Belgio (ore 21 in diretta su Sky Sport Uno e Sky Sport Football): "Ho pochi dubbi di formazione, conosco la forza dei nostri avversari che insieme alla Francia sono i migliori in Europa. Noi però siamo consapevoli delle nostre qualità. De Bruyne e Hazard? Ci auguriamo che possano recuperare tutti, nonostante questo possa crearci maggiori difficoltà. Chiellini è recuperato"

BELGIO-ITALIA LIVE

Idee chiare su come affrontare la sfida contro il Belgio, quarto di finale di Euro 2020. "Ho pochi dubbi di formazione, bisogna fare delle scelte ma siamo già indirizzati abbastanza bene. Poi aspettiamo domani per vedere le condizioni fisiche di tutti. Domani staremo meglio tutti. Chiellini è recuperato al 100%, sta bene e si allena con noi ormai da giorni", ha esordito così il Ct Roberto Mancini in conferenza stampa alla vigilia del match. Focus sugli avversari: "Affrontiamo la miglior squadra in Europa insieme alla Francia, forse le migliore al mondo, ma cercheremo di vincere. Ho grande rispetto del Belgio ma dovremo fare il nostro gioco e vedere quello che accadrà. La Svizzera ha battuto la Francia, l'Olanda è andata fuori con la Repubblica Ceca, gare facili non ce ne sono. Siamo nella parte del tabellone più difficile, ora iniziamo da domani che sarà dura e difficile ma siamo consapevoli delle nostre qualità", ha proseguito Mancini.

"Firmerei per soffrire e fare 26 tiri in porta"

leggi anche

Europei, definite le semifinali: date e orari

"Pretattica sulle condizioni di De Bruyne e Hazard? È anche giusto, ci attende una gara importante, nelle due rose ci sono grandi calciatori, il Belgio è in testa al ranking da tre anni. Vedere le squadre al completo per lo spettatore è bello, ci auguriamo che possano recuperare tutti, nonostante questo ci creerebbe maggiori difficoltà", ha affermato Mancini. Che ha poi analizzato le difficoltà incontrate contro l’Austria: "Sapevamo le difficoltà che ci attendevano, ma ogni partita ti può rendere più forte se riesci a tirare fuori le cose in cui sei migliorato. Abbiamo sofferto un po’ di più contro l’Austria, ma abbiamo fatto 26 tiri in porta, firmerei fosse così anche domani. Abbiamo vinto con merito, nonostante le difficoltà, era anche la prima gara a eliminazione”. Mancini che non si sbilancia sulle scelte di formazione: "Chiesa a partita in corso o dall'inizio? Cambia poco, sia lui che Berardi hanno fatto bene".

"Belgio in testa al ranking, sappiamo loro forza"

leggi anche

Chi dribbla di più agli Europei? Il re è De Bruyne

Mancini ribadisce un concetto chiave all’interno del gruppo azzurro: "Divertirsi è alla base di tutti i lavori, lavorare divertendosi è ancora più bello. Se ci ricordiamo di fare un gol più degli avversari è ancora meglio". Sul match: "Noi faremo la nostra partita, potremo magari fare degli aggiustamenti a gara in corso. Abbiamo un certo tipo di gioco, ce l'ha anche il Belgio, sarà una gara importante. Siamo felici di quel che abbiamo fatto fino ad oggi. Il ranking parla chiaro: l'importante è vincere, sappiamo chi affrontiamo, non sono lì per caso". Mancini che torna sul concetto di entusiasmo: "È bello sapere che la gente si è riavvicinata alla Nazionale, questa è una cosa importante per i ragazzi e per tutti noi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche