Mancini, Caressa e Bergomi ripercorrono l'Europeo deli Azzurri in "The Final Week"

lo speciale

Roberto Mancini, Fabio Caressa e Beppe Bergomi rivivono l’Europeo in uno speciale inedito di Sky Sport in onda oggi alle 15 su Sky Sport 24, Sky Sport Football e disponibile on demand

“Sentivamo la spinta di tutta una nazione, la sentivamo veramente e quindi non volevamo deludere nessuno. Questo era un po’ il nostro obiettivo. A Roma si è creato un grande feeling dal primo momento ed ha aiutato tutto il gruppo”. Una nazione intera ha spinto la Nazionale da Roma fino alla Finale di Londra. Gli Azzurri hanno iniziato giocando in casa e hanno finito a casa della squadra avversaria. Lo speciale Euro 2020: The Final Week ripercorre insieme al Ct Roberto Mancini e ai telecronisti della Nazionale all’Europeo, Fabio Caressa e Beppe Bergomi, il percorso dal pre-ritiro di Cagliari passando per Coverciano fino alla cruciale ultima settimana a Londra. In quegli ultimi giorni l’Italia ritorna a Londra, dove aveva battuto l’Austria, e si gioca la semifinale contro la Spagna. Il giorno successivo si decide anche la seconda finalista: l’Inghilterra batte la Danimarca e si giocherà la Finale in casa, a Wembley.

Fabio&Beppe e le emozioni della finale

“Sono stato in molti stadi, ho commentato nazionali, sentito inni, persino al Maracana a Brasile 2014 non ho sentito il rumore, la forza del pubblico, come a Wembley il giorno della Finale. Secondo me il primo gol dell’Inghilterra lo ha segnato il pubblico.” Fabio Caressa e Beppe Bergomi hanno commentato molte partite degli Azzurri e persino la Finale di Germania 2006 e la vittoria del Mondiale. La Finale dell’Europeo ha regalato però emozioni forti anche per il periodo nel quale è avvenuta. Nello speciale raccontano emozioni, lacrime e abbracci. L’abbraccio tra Vialli e Mancini, l’abbraccio a fine partita fra le lacrime, ma soprattutto l’abbraccio a una nazione, l’Italia, duramente colpita durante la pandemia.“Fabio l’ho abbracciato perché era visibilmente emozionato e ho abbracciato lui per abbracciare una nazione intera.” Racconta così Beppe Bergomi i momenti dopo la vittoria dell’Europeo.

speciale

I ricordi di Mancini

Roberto Mancini ha parlato a Marco Nosotti del lungo viaggio dal campo di allenamento del Tottenham dove la Nazionale si trovava in ritiro fino a Wembley. “Siamo stati sul pullman troppo tempo per andare a giocare una partita, quello era un po’ il problema prima di una finale. Forse abbiamo preso gol all’inizio perché eravamo un po’ imballati dal pullman. (ride) Appena arrivato allo stadio sono andato a vedere il campo per capire com’era perché stava piovendo e per noi è importante che il terreno sia sempre abbastanza buono, e poi vedere quanti tifosi c’erano. L’Inghilterra è stata brava a fare un’azione subito all’inizio con 70 mila spettatori che li spingevano. Forse noi eravamo un po’ freddi all’inizio. Ma ho pensato che ci fosse tantissimo tempo per recuperare e per vincere. Ero sicuro che avremmo trovato il gol pareggio. Poi speravo di fare il gol del 2-1 prima della fine senza andare di nuovo ai rigori. La partita l’avevamo ampiamente meritata. Speravo di non arrivare ai rigori. La mattina e il giorno prima li avevamo riprovarti, ma un conto è provarli in allenamento, un conto in una finale, ma i ragazzi erano tutti tranquilli”. Il titolo Europeo mancava all’Italia dal 1968 e tutto il gruppo ha avuto fin da subito la sensazione di quanto significasse il risultato raggiunto. “Abbiamo fatto una cosa straordinaria, facendo felici milioni di persone e credo che questa sia la cosa più bella della quale andiamo orgogliosi tutti quanti”.

Euro2020: The Final Week in onda il giorno di Natale alle 15.00 su Sky Sport 24 e Sky Sport Football. Disponibile on demand.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche