Juve-Inter, Sarri: "Buffon strepitoso, è un combattente nato. Ma il titolare è Szczesny"

International Champions Cup

Le parole dell'allenatore bianconero dopo la vittoria ai rigori sull'Inter in ICC: "Primo tempo sotto ritmo, più coraggiosi nella ripresa. Stiamo chiedendo alla squadra di cambiare modo di pensare, ci vuole tempo. Buffon straordinario: sa che il titolare è Szczesny, ma si è fatto trovare pronto"

JUVE-TEAM K LEAGUE LIVE

JUVE-INTER: HIGHLIGHTS - FOTOGALLERY

CALCIOMERCATO LIVE: TUTTE LE NOTIZIE

La Juventus batte l'Inter ai calci di rigore nella seconda partita di International Champions Cup e riscatta la sconfitta all'esordio contro il Tottenham: match a due facce per i bianconeri, sottotono nel primo tempo e molto più pimpanti nella ripresa; un aspetto sottolineato anche da Maurizio Sarri nella conferenza post-partita: "Abbiamo fatto una gara simile a quella giocata contro il Tottenham, un primo tempo sotto ritmo e con difficoltà a difendere nelle zone alte di campo. Molto bene invece la prima mezz'ora del secondo tempo, abbiamo avuto coraggio e propensione alla pressione alta prendendo così in mano la gara. De Ligt? Ha giocato la parte di gara in cui la squadra ha fatto peggio, ma non ha nessuna responsabilità. Cristiano Ronaldo ha fatto la solita partita di ottimo livello. Lui è facile da allenare perché è uno che ha ancora voglia di giocare a calcio. Ora dobbiamo migliorare nelle giocate offensive e in velocità per esaltarlo ancora di più".

"Ci vuole tempo per cambiare"

Sarri parla poi degli aspetti da migliorare: "Sicuramente nella capacità di accorciare e recuperare più palloni in avanti. Dobbiamo imparare a difendere su chi è di fronte, non su chi è alle spalle; ma si sta chiedendo alla squadra di cambiare modo di pensare, quindi ci vuole tempo. Detto questo, queste partite lasciano il tempo che trovano: per le condizioni climatiche, per il terreno di gioco e anche perché questa mattina ho commesso l'errore di far allenare i ragazzi per 45'".

"Buffon è un combattente, ma le gerarchie sono chiare"

Infine Sarri si concentra sui singoli, Buffon su tutti: "Ha parato tre rigori e ne ha intuiti altri, è un giocatore stupendo. Un combattente nato che si è fatto trovare pronto nel momento di necessità. Il suo ruolo? C'è stata chiarezza fin dall'inizio, il titolare è Szczesny, ma chiaramente Buffon sarà tenuto in considerazione e farà le sue partite. Ho voluto essere chiaro con Gigi fin dall'inizio, lui ha accettato dicendo che anche se in altre squadre avrebbe guadagnato molto di più, voleva tornare alla Juventus a tutti i costi. Rabiot? Nel 2019 ha giocato pochissimo e ha margini di miglioramento enormi, ma da centrocampista centrale mi ha sorpreso" - ha concluso Sarri.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche