02 febbraio 2017

Parma, seduta pomeridiana davanti ai tifosi

print-icon
daversa_parma_lapresse

Roberto D'Aversa, allenatore del Parma (La Presse)

Domenica i gialloblù affronteranno il Pordenone in un'altra importante sfida per le prime posizione della classifica. Quattro i calciatori che hanno lavorato ancora a parte, come detto dal direttore sportivo Faggiano fondamentale sarà mantenere la concentrazione

Si avvicina la prossima sfida in programma nel girone B di Lega Pro tra Parma e Pordenone. Allo stadio Ennio Tardini domenica alle ore 18:30 le due formazioni scenderanno in campo per la quinta giornata di ritorno. La squadra di D’Aversa - attualmente seconda a 43 punti - affronterà la terza della classe che ha appena un punto in meno in classifica e cercherà di migliorare il pareggio contro la prima (il Venezia di Inzaghi) ottenuto nell'ultimo tour turno. I gialloblù, inoltre, potranno contare sui nuovi rinforzi arrivati dal mercato che oggi si sono allenati con i compagni sotto gli occhi dell’allenatore.

Allenamento pomeridiano a porte aperte che si è svolto davanti ai tifosi, i calciatori del Parma hanno iniziato la seduta con una fase di riscaldamento e in seguito si sono dedicati a esercitazioni sulla fase difensiva; poi i giocatori hanno eseguito sviluppi di gioco e hanno giocato una partita a perimetro del campo con dimensioni ridotte. Per quanto riguarda le condizioni dei infortunati, una nota pubblicata sul sito comunica che Valerio Di Cesare si è dedicato un lavoro personalizzato in palestra. Desiderio Garufo è stato impegnato con modalità individualizzata. Mohamed Coly ha continuato il proprio programma di recupero. Infine, Kristaps Zommers è stato a riposo precauzionale. Per la giornata di domani, venerdì, la squadra è attesa da un nuovo seduta di allenamento a porte chiuse, sempre al centro sportivo di Collecchio.

Fondamentale mantenere alta la concentrazione e non perdere di vista l'obiettivo finale. Sono questi i punti su cui deve insistere il Parma, come ha ribadito il direttore sportivo Faggiano nelle ultime ore: "In Serie B nessuno ti regala niente e sono preoccupato perché alcuni potrebbero pensare che, con i calciatori che sono arrivati qui, tutto sarà più facile. Non sarà così. Siamo felici per i nuovi acquisti, sono giocatori mirati e funzionali al modo di lavorare del nostro allenatore, ma il troppo entusiasmo che mi preoccupa e mi auguro che nessuno si dimentichi che con i nomi non si vince nulla, le partite vanno vinte sul campo".

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky