19 marzo 2017

Foggia, 3-0 al Lecce: in 20mila allo Zaccheria

print-icon
Esultanza Foggia

L'esultanza del Foggia nel derby vinto contro il Lecce (LaPresse)

Mazzeo, Coletti e Deli fanno impazzire di gioia lo Zaccheria: il Foggia si aggiudica il derby e si porta a +4 in classifica sul Lecce. Serie B più vicina. Successo per la Juve Stabia, vince ancora il Melfi: i risultati della 30^ giornata del Girone C di Lega Pro

FOGGIA-LECCE: 3-0
29’ Mazzeo (F), 33’ Coletti (F), 53’ Deli (F)

Tre squilli per un urlo (rossonero) fortissimo al campionato. Riflettori della trentesima giornata del girone C di Lega Pro tutti puntati sullo Zaccheria per il derby ad altissima quota tra Foggia e Lecce, gara che di certo non ha delude le grandi attese della vigilia. Gol, spettacolo, emozioni e sorrisi finali tutti a tinte rossonere. Perché il netto 3-0 con il quale la squadra allenata da Giovanni Stroppa si aggiudica il derby davanti a 20mila spettatori potrebbe risultare decisivo o quasi - sicuramente importantissimo - in vista della corsa alla promozione diretta verso la Serie B. Foggia che adesso è +4 sul Lecce, ma più dei numeri è la grande prestazione messa in campo dalla formazione rossonera a lanciare un messaggio davvero forte al campionato.

Tris Foggia – Pronti-via e la partita si accende: Deli e Coletti fanno subito capire le intenzioni del Foggia, ma il Lecce risponde prima con Pacilli e poi con Caturano. Nemmeno dieci minuti di gioco e subito grandi emozioni allo Zaccheria. Che al 29' esplode di gioia: Mazzeo scatta sulla linea del fuorigioco, salta Perucchini e appoggia in rete. 1-0 per il Foggia. Gioia che raddoppia quattro minuti più tardi: Coletti si inventa un gol davvero bellissimo, conclusione dalla lunga distanza che non lascia scampo a Perucchini. Il Lecce prova a reagire, ma la conclusione di Costa Ferreira viene neutralizzata da Guarna. E al 45esimo minuto è Di Piazza a sfiorare la rete del tre a zero. Tris che non tarda ad arrivare. Al 53esimo minuto, infatti, Deli fa nuovamente impazzire lo Zaccheria. 3-0 e Foggia che rischia di dilagare con Mazzeo, ma la sua conclusione al 65esimo si stampa contro la traversa. L’unica reazione del Lecce è affidata ad un tiro di Doumbia, troppo poco. Verdetto dello Zaccheria schiacciante, al Foggia derby, sorrisi e nuovo scatto in classifica.

Alta tensione prima della gara - Prima dell’inizio della gara ci sono stati alcuni momenti di tensione tra i calciatori della due squadre. Queste le parole del direttore sportivo del Lecce Mauro Meluso che ricostruisce quanto accaduto: "Vacca ha colpito con un pugno Cosenza, adesso stabilirà l’ufficio indagini della Lega. Foggia é una piazza civilissima a cui sono legato perché ci ho giocato e sono stato anche direttore generale, ma non ha bisogno di queste cose per vincere. Ciò non toglie che quanto accaduto prima non ridimensiona la sconfitta rimediata sul campo", le parole del dirigente giallorosso. A commentare l’episodio anche l’allenatore del Lecce Pasquale Padalino: "Il litigio prima della partita? Non l’ho visto, ma non metto in dubbio cosa mi hanno raccontato i miei giocatori e i dirigenti. Adesso toccherà agli organi competenti valutare".

Juve Stabia ok, colpo Melfi - Gol, emozioni e tanto spettacolo anche nelle altre gare della 30esima giornata del girone C di Lega Pro. Ad iniziare dal ritorno al successo della Juve Stabia: 4-2 sul campo del Cosenza, Lisi e Kanoute (autori di una doppietta a testa) grandi protagonisti nel pomeriggio del Marulla. Vittoria pesantissima in chiave playoff per il Siracusa: una rete di Valente permette alla squadra di Sottil di sbancare il campo della Fidelis Andria, classifica che adesso recita 47 punti e sesto posto solitario. Giornata importantissima anche in chiave salvezza, con il Melfi che vince in trasferta contro la Virtus Francavilla e conquista la terza vittoria consecutiva. Pareggio per 1-1 tra Catanzaro e Monopoli, vittoria di misura per l’Akragas sul Matera, a decidere una rete di Cocuzza su rigore; prezioso successo del Messina, con la formazione allenata da Lucarelli che spazza via il Taranto per 3-1: Anastasi, Foresta e Milinkovic gli autori dei tre gol giallorossi. 30esimo turno di Lega Pro che invece non sorride al Catania: la formazione siciliana infatti cede il passo alla Paganese, 2-1 il risultato finale (gara iniziata alle 16.45). Terza sconfitta consecutiva per il Catania, ottava stagionale in campionato: momento delicato e squadra attualmente al dodicesimo posto in classifica. A concludere la giornata del Girone C di Lega Pro è il derby calabrese tra Reggina di Zeman e la Vibonese (gara iniziata alle 18:45): al Granillo poche emozioni e zero a zero finale, un punto a testa che cambia poco una classifica che resta difficile per entrambe le squadre.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky