11 settembre 2017

Serie C - Cosenza, amichevole con la Berretti

print-icon
Cosenza

Un allenamento del Cosenza (Ph Twitter @CosenzaOfficial)

Ripresa la preparazione in vista del prossimo impegno di campionato contro la Fidelis Andria: il gruppo rossoblù è stato prima impegnato in palestra, poi nell’amichevole contro la formazione Berretti di Manuel Scalise

Un pareggio per interrompere la striscia di due sconfitte consecutive che hanno segnato l’inizio di campionato del Cosenza: un punto, quello conquistato nell’insidiosa trasferta di Matera, che regala un sorriso e maggiore tranquillità a Fontana e a tutto l’ambiente. L’allenatore della formazione calabrese, d’altronde, nel post partita era stato chiaro: "Ci sono dei momenti difficili che bisogna avere la forza di superare, ora bisogna lavorare per rimettersi in piedi”. E per farlo non esiste medicina migliore della vittoria. Dopo aver usufruito di un giorno di riposo, il gruppo rossoblù si è ritrovato questo pomeriggio per la prima sessione di lavoro in vista della gara con la Fidelis Andria in programma sabato prossimo allo stadio San Vito-Marulla con fischio d’inizio alle ore 18:30. Cosenza che si è radunato alle ore 14.00 nei locali del Sanvitino – "Del Morgine", con l’allenatore Fontana che ha inizialmente impegnato la squadra in palestra. Successivamente tutti in campo sul campo sintetico del centro sportivo 'Popilbianco' per l’amichevole con la Berretti di Manuel Scalise. Cosenza che proseguirà nella preparazione del prossimo match di campionato nella giornata di domani, quando è in programma una doppia seduta di allenamento divisa tra mattina alle ore 9.15 al 'Marulla' ed il pomeriggio alle ore 16.30 al 'Real Cosenza'.

Fontana: "Ora rialzarsi, lavoriamo per rimetterci in piedi"

Un punto, quello conquistato nell’ultima gara di campionato, che l’allenatore del Cosenza Fontana ha commentato così: "Contro il Matera siamo stati impeccabili dal punto di vista difensivo, c’è stata un’attenzione ed una partecipazione particolare da parte di tutti gli interpreti e non siamo stati schiacciati in fase di non possesso. Se c’è più attenzione da parte di tutti si rischia meno, era giusto alzare il livello dell’attenzione. Ci sono dei momenti difficili che bisogna avere la forza di superare, ora bisogna lavorare per rimettersi in piedi". Iniziando già dalla prossima gara di campionato.

I PIU' VISTI DI OGGI