Barcellona, Coutinho: "Qui per scrivere la mia storia"

Liga
coutinho_barcellona_tw

"Già in estate ero stato chiaro con il Liverpool, volevo venire a giocare qui per crescere e confrontarmi con i migliori. L’importante è che ora possa vincere titoli insieme a calciatori incredibili, questo mi motiva molto" ha dichiarato a Mundo Deportivo l’attaccante brasiliano

"Essere l’acquisto più caro della storia del Barcellona è un orgoglio e un onore". È questo il pensiero del nuovo attaccante blaugrana Coutinho, che a gennaio ha lasciato Liverpool per firmare il nuovo contratto con la squadra allenata da Ernesto Valverde. L'attaccante brasiliano si racconta sulle pagine di Mundo Deportivo ripercorrendo i giorni della trattativa e concentrandosi anche sul presente, che lo vede al centro di un attacco stellare insieme a Messi e all’amico Suarez, con lui già in Inghilterra. "Il Barcellona mi dà la possibilità di giocare con i migliori calciatori e vincere trofei, questa è la mia massima ambizione. Sono qui per scrivere la storia". Nelle ultime due partite il Barça ha portato a casa solo due pareggi che hanno permesso all’Atletico Madrid secondo in classifica di avvicinarsi al primo posto nella Liga: "Contro il Getafe è stata una gara difficile perché gli avversari erano tutti chiusi dietro a difendersi e non abbiamo avuto la fortuna di riuscire a segnare. Ma non ci sono motivi di preoccuparsi perché mancano molte partite, continuiamo ad essere primi anche se vogliamo tornare a vincere perché per noi è importante. Questo è un campionato difficile e lo sappiamo".

Il rapporto con le altre stelle

Passando poi a parlare delle sue prime settimane a Barcellona, Coutinho aggiunge: "Mi sto adattando a una forma diversa di giocare, di allenarmi e di vivere. Sto lavorando perché in campo le cose vengono bene. Prima di venire qui ho parlato molto con Suarez e con Paulinho che mi hanno spiegato come funzionano le cose in questa squadra. La rosa è di grande qualità ma quello che mi ha sorpreso di più è il gruppo all’interno dello spogliatoio. Dai miei compagni di reparto sono stato accolto molto bene bene e ho subito avuto buone sensazioni, lo stesso con Iniesta. È speciale giocare con calciatori come Messi e sono davvero felice". Con la sua nuova squadra Coutinho non potrà però giocare in Champions: "Ma essere qui mi dà comunque la possibilità di stare tra i migliori, voglio arrivare al top, migliorare ogni giorno e continuare ad imparare. Già in estate quando arrivò la prima offerta io fui molto chiaro con tutti ma alla fine il mio trasferimento non si concluse. È stata dura però a Liverpool ho vissuto momenti belli e sempre avrò buoni ricordi della mia esperienza in Inghilterra". E ancora: "Valverde mi spiega le cose come fa con tutti, mi piacerebbe essere un giorno ricordato come Ronaldinho che per me è un idolo. So che lui è unico e io sono venuto qui per lavorare e conquistare molti trofei. Il Chelsea prossimo avversario in Europa? È una squadra che si difende molto bene e ha giocatori di grande qualità, bisogna essere pronti e stare molto attenti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche