Barcellona, Valverde: "La Roma? Ha vinto 3-0 col Chelsea e ha eliminato l'Atletico nel girone"

Liga

L'allenatore ha commentato il sorteggio di Champions League: "Preferivamo non incontrare squadre del nostro campionato ma si corre il rischio di comparare i giallorossi ad altri rivali più forti sulla carta. Noi conosciamo le qualità della squadra di Di Francesco"

All’indomani del sorteggio di Nyon che ha visto la Roma prossima avversaria del Barcellona, l’allenatore della squadra blaugrana Ernesto Valverde ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita contro l’Athletic Bilbao. L’allenatore ha fatto il punto sia sul momento della sua squadra - che in settimana ha eliminato il Chelsea della Champions League - sia sulle condizioni dei suoi giocatori ma anche delle aspettative in vista del doppio confronto con il gruppo guidato da Eusebio Di Francesco. Queste le sue dichiarazioni: "Arrivati a questo punto è difficile analizzare bene la situazione. Non volevamo giocare contro Real Madrid e Siviglia perché li conosciamo bene e loro conoscono bene noi. Preferivamo per questo incontrare squadre di altri campionati e con la Roma si corre il rischio di comprarla ad altri rivali più forti sulla carta. Ma bisogna ricordare che sono arrivati davanti a Chelsea e ad Atletico Madrid nel girone e che hanno sconfitto proprio gli uomini di Conte 3-0 in casa. E noi già sappiamo quanto forti sono questi avversari perché li abbiamo incontrati proprio quest’anno tra Champions e campionato. Il triplete? Vogliamo provare a arrivare il più avanti possibile in tutte le competizioni e a vincerle, ma se pensiamo molto in là con il tempo rischiamo di non vedere la prossima pietra nel cammino che è ancora lungo. Guardiola e Luis Enrique hanno vinto il triplete al loro primo anno? Non credo nelle profezie", ha concluso Valverde.

Verso l'Athletic Bilbao

Inoltre sulle condizioni della squadra, l’allenatore ha aggiunto: "Busquets se non ci sarà, lo abbiamo già perso per squalifica alcune volte e chi ha giocato al suo posto ha comunque fatto bene. Abbiamo altri giocatori che ci possono aiutare, Rakitic ha fatto molto bene in quella posizione e abbiamo alternative sufficienti. Sappiamo che è difficile sostituirlo perché è il migliore del mondo lì dove gioca. Alcacer, poi, lo vedo bene. Così anche André Gomes che è stato accolto molto bene dal pubblico al suo ingresso in campo contro il Chelsea. Lui deve fare il suo sul campo e continuare a lavorare. Per quanto riguarda Iniesta e il suo possibile addio, posso dire che le circostanze dipendono tutte da lui. La sua dichiarazione non mi ha sorpreso, non sto ancora pensando alla stagione che inizierà in estate. Alla fine ognuno può pensare solo a ciò che ha davanti. Anche se rimane complicato pensare un Barcellona senza Andrés. Voci di un ritorno di Neymar? Mi sorprenderebbe il contrario. Che tutto il mondo dicesse che no, non potrebbe tornare qui. Neymar è un grande giocatore e non ho altro da aggiungere".  

I più letti