Atletico Madrid, grana Diego Costa: sarà operato al piede. Rischia stop di tre mesi

Liga

L’attaccante dell’Atletico Madrid, dopo settimane di sofferenza, ha deciso di operarsi in Brasile al piede sinistro. Trattandosi di una zona recidiva, lo stop potrebbe durare fino a marzo, tenendolo fuori per molte partite di Liga ma anche dalla Champions. A Griezmann e a Kalinic il compito di non farlo rimpiangere.

DIEGO COSTA SU CONTE: “GUARDATE CHE FINE HA FATTO”

SIMEONE: “PALLONE D’ORO? NESSUNO HA FATTO COME GRIEZMANN”
 

L’Atletico Madrid, in campionato, non vince da due giornate. Dopo il 3-2 inflitto all’Athletic, sono arrivati i pareggi con Barcellona e Girona. La classifica al momento dice terzo posto e tre punti di distanza dai blaugrana in vetta. Un vantaggio del tutto rimontabile, ma è dall’infermeria che arriva la notizia più brutta. A fermarsi, infatti, è Diego Costa. L’anima di un attacco dove la testa è quella di Griezmann, ma il cuore è lui. Il francese adesso dovrà cercare di non far rimpiangere l’assenza dello spagnolo, possibilmente con l’aiuto di Kalinic. Per l’ex Milan, fin qui, appena 396’ giocati, ora l’occasione per riscattarsi: “Diego Costa sarà operato questa settimana a causa del problema che ha sofferto al piede sinistro nelle ultime settimane – si legge sul comunicato ufficiale del club - Dopo aver valutato le diverse opzioni esistenti, è stata presa la decisione che l’operazione venga eseguita in Brasile, dove sarà sorvegliata dallo staff medico dell’Atletico Madrid. Il giocatore, operato al quinto metatarso del piede sinistro 12 anni fa, soffre di un problema derivante da un trauma che si è verificato qualche settimana fa”.

Out fino a marzo?

E la diagnosi che si prospetta non è di quelle positive. Già, perché Diego Costa, probabilmente, dovrà fare i conti con uno stop di circa tre mesi. Si tratta di un problema che lo stava tormentando da diverse settimane, tanto da costringerlo a dire basta. Un’ultima forzatura è stata fatta nel match contro il Girona, al termine del quale il male al piede si è ripresentato ancora più forte. Di qui la decisione di salire sul primo aereo per il Brasile, dove verrà operato mercoledì dal Dottor Rodrigo Lasmar, che era già intervenuto su quello stesso piede 12 anni fa. L’infortunio sarebbe risolvibile nel giro di 8 settimane, ma trattandosi di una zona recidiva i tempi di recupero si potrebbero allungare fino a marzo. Simeone, dunque, dovrà fare a meno del suo attaccante per almeno dodici giornate di Liga, senza contare la Champions che va verso la fase ad eliminazione diretta. Un duro colpo da digerire, però, quanto prima.
 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche