Barcellona, è di Messi contro il Getafe il gol più bello della storia del club

Liga

I tifosi hanno votato sui social e eletto la serpentina di Leo "alla Maradona" la rete più bella di sempre in 120 anni di storia. Al secondo posto Messi, al terzo posto Messi. Battuti anche gli altri giganti blaugrana come Rivaldo, Koeman o Ronaldinho

"IL MALEDETTO GRAMENET", UNICA SQUADRA MAI BATTUTA DA MESSI

PIQUÉ: "SESSO? CONTANO ANCHE LE VOLTE AL BERNABEU?"

Cento giorni di votazioni, sessantaquattro gol selezionati, sessanta turni eliminatori, voti da oltre mezzo milioni di tifosi, ma alla fine - parafrasando Gary Lineker - vince sempre Leo Messi. Suo il gol più bello della storia del Barcellona: quella magica cavalcata dalla propria metà campo fino all'area avversaria contro il Getafe nel 2007 che fece urlare tutti gli appassionati di calcio accostandolo a Maradona. 22 giugno 1986, el Diez più famoso della storia del calcio salta cinque inglesi in dieci secondi e in sessanta metri, nei quarti di finale del Mondiale 1986. Quasi ventun anni dopo l'altro argentino Leo fa rivivere la magia, sempre partendo dalla propria metà campo e saltando altrettanti avversari in quella semifinale di Coppa del Re, e ad appena tre anni dal suo debutto nel grande calcio. I tifosi l'hanno eletto col 45% dei voti nella finale a quattro. Al secondo posto? Messi. Al terzo posto? Sempre Messi.

"Sono molto grato ai fan per aver scelto il mio gol e per avermi permesso di entrare a far parte della storia di questo club" - ha detto l'argentino in un video messaggio postato dai canali social blaugrana. Nel sondaggio Leo ha così battuto se stesso, due volte, e conquistato l'intero podio: in seconda piazza (col 28% dei voti) la sua rete contro l'Athletic Bilbao nella finale della Coppa del Re del 2015 (quando di uomini ne saltò "solo" quattro), al terzo il golasso al Real Madrid nella semifinale di Champions del 2011 (l'anno dei quattro Clásico in due settimane). Al quarto posto la vera notizia: non c'è Messi, ma Sergi Roberto, col clamoroso gol finale della remuntada completata contro il Psg per 6-1 nel 2017.

Rivaldo, Koeman e Ronaldinho

Inutile sottolineare, ora ancor di più, come Leo Messi sia stato il giocatore per eccellenza della storia del Barcellona. Dall'esordio nel 2004 non ha mai cambiato squadra, ha vinto e fatto vincere qualsiasi trofeo a cui abbia partecipato, ha stabilito record su record individuali e collettivi, e ha segnato gol pazzeschi, tanto da batterne tanti altri altrettanto storici per il club. In lizza nel sondaggio dei catalani anche la famosa bicicletta di Rivaldo contro Valencia al 90° minuto, Koeman col gol partita nella finale di Coppa dei Campioni 1992 contro la Sampdoria, la traversa-gol primo di sempre in maglia blaugrana di Ronaldinho contro il Siviglia, o la sua rovesciata al Villarreal, l'Iniestazo contro il Chelsea nella semifinale di Champions 2009; e ancora Romario, Luis Suarez, Ronaldo. Tutti dietro Leo, perché - al netto dell'irrisolvibile rivalità con l'altro fenomeno Cristiano Ronaldo - "il calcio è uno sport semplice, ventidue uomini rincorrono un pallone per novanta minuti, e alla fine"… vince Leo Messi.

I più letti