Ansu Fati: "Spagna U21, ho saputo della convocazione da mio padre: ero in giro con amici"

Liga
©Getty

L'attaccante classe 2002 del Barcellona alla prima convocazione con la Spagna Under 21. "Ero in macchina per andare a mangiare con alcuni amici quando mio padre mi ha chiamato per informarmi. Ho chiesto quale fosse il primo volo e sono partito"

Con sei presenze, 231 minuti giocati, due gol e un assist tra Liga e Champions League Ansu Fati si sta ritagliando uno spazio inatteso nel Barcellona di Ernesto Valverde. Il giovanissimo attaccante originario della Guinea-Bissau e cresciuto dall'età di 9 anni nel comune di Marinaleda ha conquistato grazie alle sue prestazioni con la maglia blaugrana la prima convocazione con la Spagna Under 21 e guarda alla partita contro il Montenegro come quella del possibile esordio. Ai media spagnoli ha raccontato delle modalità particolari con cui ha appreso della chiamata del ct Luis de la Fuente.

"Quando mio padre mi ha chiamato, ho pensato al primo volo da prendere"

La stellina classe 2002 del Barcellona ha raccontato che al momento della chiamata in nazionale stava trascorrendo il tempo libero come fanno tanti teenager: in giro con i suoi coetanei. "Ero in macchina per andare a mangiare con alcuni amici quando mio padre mi ha chiamato per farmi sapere della convocazione - le sue parole - Non ci ho pensato un attimo, ho chiesto quale volo dovessi prendere e sono partito". Entusiasmo e orgoglio: "Darò tutto per rendere felici i tifosi - assicura Ansu Fati, che potrà anche rispondere alla convocazione del ct Gordo per i Mondiali Under 17 che andranno in scena in Brasile dal prossimo 26 ottobre - sono orgoglioso di questa chiamata e ho sempre desiderato fare parte di questa selezione".

I più letti