Alaves-Valencia 1-1: Edgar beffa l'avversaria dell'Atalanta

Liga

L'avversaria dell'Atalanta (ritorno degli ottavi di Champions martedì prossimo) non brilla nell'anticipo della 27.a giornata di Liga sul campo dell'Alaves: finisce 1-1 con gli uomini di Celades Lopez che si fanno riprendere e rischiano grosso nel finale. Florenzi in campo per un'ora da esterno alto a destra

Un rassicurante 4-1 da difendere in un Mestalla a porte chiuse martedì prossimo nel ritorno degli ottavi di Champions, ma conoscendo Gasperini (ancora irritato per quel gol subìto all’andata) non sarà sufficiente per sbarcare in Spagna rilassati. Aggiungiamoci allora che il Valencia arriverà alla sfida con l’Atalanta reduce da un pareggio tutt’altro che entusiasmante sul campo dell’Alaves che naviga a metà classifica, dopo aver perso l’occasione di agganciare momentaneamente l’Atletico Madrid al quinto posto in classifica, allontanandosi dalla zona Champions.

Valencia disattento

Finisce 1-1 nell’anticipo della 27.a giornata di Liga, con il Valencia che si fa riprendere dopo essere andato in vantaggio, e nel finale rischia anche in più di un’occasione. Ad aprire la partita il gol su punizione, al 34’, di Daniel Parejo schierato in una linea di centrocampo a 4 che vedeva Florenzi esterno di destra; per l’ex romanista 65’ di partita, prima di una sostituzione che l’ha visto uscire e accomodarsi in panchina visibilmente scontento.

La beffa per il Valencia arriva però pochi secondi dopo l’uscita dal campo di Gameiro, quando al 73’ Edgar Mendes approfitta di una palla inattiva con la difesa del Valencia disattenta; palla buttata in area direttamente da centrocampo, Laguardia nel mucchio salta più di tutti e ne esce fuori un tocco che favorisce Edgar, lasciato solo (con 4 uomini del Valencia attirati dalla palla) e liberissimo di battere con una mezza girata su cui una deviazione inganna Cillessen. Clamorosa poi la palla-gol capitata sul piede di Joselu al 90', quando direttamente da rinvio del portiere si apre una voragine nella difesa del Valencia, con Diakhaby che salva all'ultimo in collaborazione con Cillessen.

Unica nota positiva per il Valencia - in una partita giocata su un campo pesante e dunque parecchio dispendiosa - il rientro nel finale di Rodrigo, dopo l’infortunio al ginocchio; il gioco del Valencia passa molto da lui e dai suoi assist. Basterà a cambiare il volto di una squadra che non vince in trasferta da tre mesi?

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche