Real Madrid, rabbia Zidane: "Se volete che vada via, ditemelo in faccia"

Liga
©Ansa

L’allenatore del Real Madrid si è sfogato contro la stampa durante la conferenza: "Se volete che vada via ditemelo in faccia, non solo alle mie spalle. Non so cosa succederà. Si parla di tante cose, di cambiare l'allenatore e di altro. Se qualcuno vuole che io smetta, non glielo permetterò. Meritiamo di poter lottare fino alla fine con questa rosa"

Terzo posto in classifica, a meno 10 punti dall’Atletico capolista, e una stagione piena di alti e bassi. Il Real Madrid non è certo in un momento brillante, e le ultime prestazioni lo dimostrano: tre sconfitte nelle ultime 4 partite, tra cui le eliminazioni in Spercoppa e Copa del Rey (contro e Athletic Bilbao e Alcoyano) e l’ultima caduta casalinga in Liga contro il Levante. Alla vigilia della sfida di sabato pomeriggio contro l’Huesca Zinedine Zidane si è duramente sfogato in conferenza stampa contro i presenti, chiedendo rispetto per sé e per i suoi giocatori: "Se volete che vada via ditemelo in faccia, non solo alle mie spalle. Un giorno sono dentro, un altro sono fuori, poi ancora un po’ dentro, poi pareggiamo o perdiamo e sono di nuovo fuori. Mi arrabbio perché stiamo cercando di fare il nostro lavoro, e dobbiamo essere rispettati".

"Non so cosa succederà, ma merito rispetto"

vedi anche

Real Madrid-Levante 1-2

"Questa rosa merita di arrivare fino a fine stagione. Proveremo a farlo come squadra, ma la gente pensa solo a vincere le partite" ha proseguito l’allenatore dei Blancos: "Non so cosa succederà. Si parla di tante cose, di cambiare l'allenatore e di altro. Se qualcuno vuole che io smetta, non glielo permetterò. Lo stesso vale per i giocatori. Non stiamo molto bene, è vero, ma vogliamo cambiare la situazione. Abbiamo vinto la Liga solo l’anno scorso, non dieci anni fa, e meritiamo di poter lottare ancora quest’anno. Non sono felice che mi venga chiesto ogni volta perché abbiamo giocato una brutta partita. Non merito questo trattamento da parte della stampa. Ho la fortuna di poter lavorare con questa squadra, meritiamo un po’ di rispetto. Se non ce la faremo, sarò il primo a prendermi le mie responsabilità. Sono un po’ arrabbiato, in più sono stato rinchiuso in gabbia per due settimane e ora voglio uscire e dimostrare che combatterò fino alla fine".

"Ci metteremo la faccia. Ramos? Spero si risolva tutto"

leggi anche

Real, infortunio per Hazard. Atalanta a rischio

"L'anno prossimo sicuramente qualcosa deve essere fatto. Ma quest'anno meritiamo di poter continuare a metterci la faccia. E dobbiamo farlo per i tifosi. Siamo qui e combatteremo per loro. So che amano molto la squadra, noi vogliamo vincere e giocare bene a calcio. Mi fido di tutti. Ci sono ancora 54 punti in palio e combatteremo fino alla fine". Poi sulla situazione di Sergio Ramos, in scadenza di contratto il prossimo giugno: "Si parla molto di questo ma non so niente. E nessuno lo sa. Spero che si risolva presto, è l'unica cosa che posso dire. Come capitano e giocatore e per quello che ha fatto spero che sarà ancora qui" ha concluso Zidane.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche