PSG, Al-Khelaifi: "Vogliamo giocare in Champions, anche all'estero"

Ligue 1

Dopo lo stop del calcio francese, il proprietario del Psg Nasser Al-Khelaifi prende posizione in un'intervista a L'Equipe: "Vogliamo giocare la fase finale della Champions, se non sarà possibile farlo in Francia allora lo faremo all'estero"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI LIVE

Dopo la decisione del Governo francese di sospendere ogni attività sportiva fino a settembre, arrivano le prime reazioni da parte del calcio francese. Netta quella del Paris Saint-Germain che, attraverso le parole pronunciate dal presidente Nasser Nasser Al-Khelaifi a L’Equipe, ha annunciato di voler continuare a giocare in Champions League, disputando le partite casalinghe anche all’estero se necessario: "Rispettiamo la decisione del Governo francese. Con l’accordo della UEFA, intendiamo partecipare alla fase finale della Champions League nei luoghi e nelle date in cui sarà organizzata. Se non è possibile giocare in Francia, giocheremo le nostre partite all’estero garantendo le migliori condizioni di sicurezza sanitaria per i nostri giocatori e per tutto il nostro staff".

Premier Francia: "La Ligue 1 non può riprendere"

Nella giornata di martedì, il premier francese Édouard Philippe ha annunciato, tra le altre cose, che "i principali eventi sportivi e culturali che riuniscono più di 5mila partecipanti non potranno avere luogo prima di settembre. La stagione sportiva professionistica 2019-2020 dunque non potrà riprendere". Indicazione chiara, toccherà adesso alla Federazione francese insieme alla Lega professionista che organizza la Ligue 1 decidere se chiudere in anticipo l’attuale stagione, oppure provare a trovare altre formule o date per portare a termine il campionato.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche