Cina, la beffa: pari Siria al 94'. Per Lippi il Mondiale si allontana

Mondiali
lippi_cina_getty

Finisce 2-2 contro la Siria, con il gol decisivo di Al Salih al 94'. Per il ct italiano si complica parecchio il discorso qualificazione: la sua selezione è attesa adesso dalla partita interna contro l'Uzbekistan (31 agosto) e dalla trasferta in Qatar (5 settembre)

Un gol al 94' di Al Salih spegne le residue speranze mondiali della Cina che non va oltre il 2-2 in casa della Siria - sul campo neutro della malese Malacca - e, di fatto, dice anticipatamente addio alla speranza di qualificarsi per Russia 2018.

La nazionale guidata da Marcello Lippi, 5^ in classifica con 5 punti nel Gruppo A del girone asiatico, doveva vincere per sperare di avvicinarsi all'Uzbekistan che occupa il terzo posto, l'ultimo utile per i playoff asiatici: il punticino rimediato oggi lascia spazio solo all'aritmetica, visto che resta a -6 dagli uzbeki (sconfitti ieri dall'Iran) a due turni dalla fine e con davanti anche la Siria che ha 9 punti. La nazionale di casa era passata in vantaggio grazie al rigore di Al Mawas, ma i cinesi ribaltano il risultato nella ripresa con i gol di Gao Lin (sempre su rigore al 68') e Wu Xi (75'). Poi la doccia fredda di Al Salih che ha gelato le speranze di Marcello Lippi e di 1,3 miliardi di cinesi.

La Cina è attesa adesso dalla partita interna contro l'Uzbekistan (31 agosto) e dalla trasferta in Qatar (5 settembre), mentre gli Uzbeki dopo il confronto diretto con i cionesi avranno la gara casalinga contro la Corea del Sud, con la Siria che prima ospiterà il Qatar e poi andrà in Iran (gia' qualificato). 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche