07 settembre 2017

Arbitro radiato, Sudafrica-Senegal si rigioca dopo un anno

print-icon
sud

La Fifa ha deciso di far ripetere la partita disputata il 12 novembre 2016. L'incontro era terminato 2-1 per i padroni di casa, ma il risultato era stato falsato dal direttore di gara ghanese Lamptey, radiato lo scorso marzo. La sfida sarà giocata di nuovo a novembre. La nazionale sudafricana pensa al ricorso

Sudafrica-Senegal dovrà essere rigiocata. La Fifa ha deciso il replay per la gara andata in scena il 12 novembre 2016 e valida per le qualificazione al prossimo Mondiale. Colpa dell’arbitro ghanese George Lamptey, radiato a vita nel marzo scorso per aver condizionato intenzionalmente l’esito della sfida concedendo un rigore inesistente al Sudafrica alla fine del primo tempo. La partita era terminata 2-1 per i padroni di casa.

La decisione della Fifa

L’annuncio della ripetizione della partita arriva alla luce della conferma della radiazione di Lamptey da parte del Tas di Losanna. Dopo quel Sudafrica-Senegal, era emersa la passione dell’arbitro ghanese per le scommesse, soprattutto per l’Over (la possibilità che in una gara ci siano più di 2,5 gol). La partita incriminata, non a caso, finì 2-1 grazie al rigore concesso per un presunto fallo di mano in area del difensore del Napoli Koulibaly. Le proteste del Senegal portarono a un’inchiesta chiusa dalla Caf, la Confederazione africana, con una sentenza di sospensione di 3 mesi per Lamptey. A marzo è poi arrivata la radiazione da parte della Fifa.

Si giocherà a novembre

La data in cui la partita sarà ripetuta verrà fissata il 14 settembre , ma la Fifa ha già comunicato che la gara sarà disputata nella “finestra internazionale di novembre”. Il 1 dicembre sono infatti in programma i sorteggi dei gironi di Russia 2018. Intanto la Federazione sudafricana (Safa) sembra intenzionata a far ricorso contro la decisione della Fifa. Per i “Bafana Bafana” perdere i tre punti conquistati contro il Senegal, vorrebbe dire  precipitare a 5 lunghezze dal Burkina Faso, leader del gruppo D di qualificazione al Mondiale. Quasi una condanna a rinunciare alla rassegna iridata. "Comunichiamo categoricamente che non siamo in nessun modo coinvolti nelle azioni dell'arbitro" – ha fatto sapere la Federazione sudafricana. La Fifa al momento resta inamovibile. Gli uomini del ct Baxter saranno costretti a riprendersi i tre punti, battendo ancora il Senegal per provare a conquistare la qualificazione a Russia 2018.

I PIU' VISTI DI OGGI