Ancora polemiche dall'Africa. Aubameyang fuori dai Mondiali: "Colpa di un'arancia"

Mondiali
5_aubameyang_getty

In Africa scoppia un altro caso. L'attaccante del Borussia Dortmund accusa il Marocco di aver intossicato l'intera squadra, dopo la sconfitta subita che costa l'eliminazione dal Mondiale. Benatia risponde scherzoso

Polemiche senza fine, nelle qualificazioni africane per i Mondiali di Russia della prossima estate. Dopo quanto accaduto tra Uganda e Ghana, con quest’ultimo – ora matematicamente eliminato – che ha chiesto che la gara si rigiochi per un rigore non concesso e un gol annullato ingiustamente, scoppia un nuovo caso. La partita in oggetto è quella tra Marocco e Gabon, finita 3-0 per i magrebini con tripletta di Boutaib (alla sua terza presenza in nazionale). Pierre-Emerick Aubameyang, stella della sua nazionale, su Twitter accusa i marocchini per un succo d’arancia avariato che è stato servito a giocatori e staff. Il giocatore motiva la sua tesi facendo notare il malore intestinale avvertito da tutti coloro che lo avessero bevuto. All’attaccante, ha fatto eco il compagno di nazionale Denis Bouanga, sempre a mezzo social, dando la colpa all’accaduto per la netta sconfitta.

La risposta di Benatia

La risposta a queste insinuazioni l’ha data direttamente Mehdi Benatia, attraverso una Instagram story, in cui ironizza adducendo che in realtà era stato avariato il tè e non il succo d’arancia. In virtù di questo risultato, ad ogni modo, il Gabon dovrà rinunciare alla partecipazione ai prossimi Mondiali.

I più letti