Svezia-Italia, il CT Andersson: "Se giochiamo come abbiamo fatto nel girone, possiamo battere chiunque"

Mondiali

Il CT della Svezia rispetta gli azzurri ("Hanno storia, esperienza e una buona squadra") ma lancia la sfida: "Se giochiamo come nel girone di qualificazione..." E gli svedesi possono sperare anche nel "fortino" Friends Arena, in cui hanno sconfitto la Francia e dove sono imbattuti nelle qualificazioni

CLICCA QUI PER SVEZIA-ITALIA LIVE

Dopo aver estromesso l'Olanda e lottato contro la Francia, la Svezia si trova di fronte un'altra grande del calcio europeo. Questa volta, per un verdetto senza appello: dentro o fuori, in palio la qualificazione al Mondiale 2018. Il CT Janne Andersson, al sito della FIFA, ha rilasciato una lunga intervista al riguardo: "Essere arrivati fin qui è già un successo per noi. Eravamo nel girone di qualificazione più duro, con Francia e Olanda, e abbiamo giocato alcune ottime gare. Se giochiamo a quel livello, possiamo battere qualsiasi squadra al mondo. L'Italia? La storia del loro calcio è ottima, hanno buone individualità e hanno giocato tante volte i Mondiali, per questo hanno esperienza. Ma ci proveremo comunque". Per la Svezia, dopo la negativa esperienza a Euro 2016 e dopo l'addio di Ibra, questo è "un nuovo capitolo per tutti" - dice Andersson. "Quando sono arrivato ho detto ai miei ragazzi: dimentichiamoci cosa è accaduto prima, bello o brutto che fosse. Stiamo incominciando qualcosa di nuovo e riguarda voi, i giocatori che siete qui adesso".

La "nuova" Svezia

Un approccio che ha funzionato: "Quello che abbiamo fatto durante le qualificazioni è stato crescere insieme e costantemente. Siamo migliorati partita dopo partita, questo spiega il secondo posto in un gruppo così duro. Abbiamo una buona squadra e lavoriamo duramente insieme. Siamo intelligenti tatticamente e lo siamo a prescindere da chi gioca". L'andata degli spareggi si giocherà alla Friends Arena, vero e proprio fortino per gli svedesi, imbattuti in casa nell'arco delle qualificazioni e vincenti contro la Francia: "In casa, a Stoccolma, siamo davvero forte. Acquisiamo ancora più fiducia giocando lì. Nel calcio non sai mai cosa può accadere: di certo non posso promettere che vinceremo, ma siamo una squadra e un gruppo che ha feeling dentro e fuori dal campo. Quello che posso promettere è che lavoreremo duramente per cercare di raggiungere... qualcosa".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche