14 novembre 2017

Russia-Spagna, show in amichevole: 3-3 con esordio di Suso

print-icon
Suso - Spagna

Suso, fantasista della Spagna (Getty)

Il fantasista rossonero fa il suo esordio dal 1' con la Roja di Lopetegui: nel 3-3 di San Pietroburgo si piazza a destra nel tridente d'attacco. Spazio anche per Callejon, Luis Alberto resta in panchina. Sugli spalti c'è anche Mancini

RUSSIA-SPAGNA 3-3
9' Jordi Alba (S), 35', 53' Sergio Ramos (S), 41', 70' Smolov (R), 51' Miranchuk (R)

Roja show a San Pietroburgo. Anche lontano da casa, anche lontano dalla Spagna. E infine sì, anche senza vincere. Con la Russia finisce 3-3, Sergio Ramos segna una doppietta e Suso fa il suo esordio dal primo minuto con la Spagna: è il nono debuttante dell'era Lopetegui (contro la Costa Rica ha esordito anche il laziale Luis Alberto, oggi rimasto in panchina per 90 minuti). Tante reti e un bello spettacolo, gli spagnoli si sono qualificati ai Mondiali nel girone dell'Italia e adesso sono a caccia di qualche amichevole importante per testare la squadra. 

Esordio Suso, staffetta con Callejon

L'8 rossonero si piazza a destra nel tridente della Roja, completato da Rodrigo e Asensio. Spazio a Callejon nella ripresa, l'attaccante napoletano gioca 45' e sostituisce Suso. E la Russia? Bella risposta alle critiche dei giorni scorsi, un 3-3 che dà spettacolo e sorrisi. Jordi Alba apre i giochi su assist di Asensio, Sergio Ramos prova a chiuderla su calcio di rigore. Tuttavia, la Russia reagisce e pareggia: Smolov prima, Miranchuck poi. Poi di nuovo Ramos (13 reti con la Spagna) e ancora Smolov per il pareggio russo. Fuochi d'artificio, spettacolo e... paura finale: Andrey Lunev - portiere russo classe '91 - viene colpito involontariamente in testa da Rodrigo e lascia il campo. Glushakov tra i pali negli ultimi minuti. Finisce 3-3.

Anche Mancini sugli spalti

San Pietroburgo è casa sua, ha già conquistato tutti: merito di un secondo posto in Premier russa e la qualificazione ai sedicesimi di Europa League. Parliamo di Roberto Mancini, da inizio stagione alla guida dello Zenit. E oggi in tribuna per assistere al match amichevole tra Russia e Spagna. In campionato è al secondo posto (-3 dalla Lokomotiv Mosca capolista), sta disputando un'ottima stagione e alcuni talenti sono esplosi (Driussi e Rigoni su tutti). Oggi si è goduto un po' di bel calcio, in attesa della ripresa del campionato (domenica contro il Tosno).

Suso story, da desaparecido a intoccabile

I PIU' VISTI DI OGGI