Cina, tatuaggi vietati in tv: i calciatori li coprono col nastro adesivo

Mondiali
Wei Shihao, centrocampista, ha coperto i propri tatuaggi con il nastro adesivo (foto Twitter @cfinenglish)
cina_tatoo_ok

È successo nell’amichevole persa 6-0 contro il Galles. Alcuni giocatori come Wei Shihao e Gao Lin hanno coperto i propri tatuaggi col nastro adesivo. Alla base c’è una nuova decisione del Partito Comunista Cinese

PAUSA NAZIONALI, TUTTE LE NOTIZIE

La rivoluzione culturale in Cina prosegue, e investe anche il mondo del calcio. L’ultima trovata del presidente Xi Jinping è quella di rendere anche l’industria dell’entertainment un'emanazione dei “valori socialisti in modo vivido e brillante”. Come? Intervenendo nei programmi e vietando "attori con tatuaggi, cultura hip hop, sottoculture e culture decadenti”. Un regola ferrea, da rispettare inevitabilmente. E così è stato anche per i calciatori della Cina di Lippi, scesi in campo nella China Cup contro il Galles. La partita è finita 6-0 (tra gli altri, tripletta di Bale), ma quello che ha fatto notizia sono stati i nastri adesivi utilizzati dai giocatori in campo.

Ecco perché

Il motivo è fin troppo semplice: hanno coperto i propri tatuaggi, tutti, come imposto dal dipartimento della Pubblicità. La gara è infatti stata trasmessa in televisione, e tutto ciò è finito inevitabilmente per scontrarsi con le nuove regole di “moralità allineata a quella del partito”. Resterà allora da vedere cosa succederà anche nel massimo campionato cinese, e con le relative dirette televisive, coi tanti giocatori (cinesi e stranieri) dai tanti tatuaggi sparsi per il corpo. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche