Mondiali 2018 Russia, Romario consiglia Gabriel Jesus: "Fai tanto sesso, aiuterà te e il Brasile"

Mondiali
combo_romario_jesus

L'ex attaccante verdeoro, campione del Mondo con la Seleçao nel 1994, suggerisce qualche trucco del mestiere all'attuale punta della Nazionale e del Manchester City in vista della prossima Coppa del Mondo

NEUER: "NON PENSO CHE ANDRO' AL MONDIALE"

UNA MESSA PER... MESSI: "PREGHIAMO PER IL MONDIALE"

L'inizio della prossima Coppa del Mondo si avvicina a grandi passi. Chi è alla prima esperienza comincia già ad avvertire il brivido dell'emozione, ma essere al debutto non giustificherà una prestazione o un risultato negativo. I tifosi si aspettano infatti il massimo dai loro giocatori e allora può essere importante ascoltare i consigli di chi il Mondiale lo ha già vinto. Uno di questi è Romario, campione del mondo con il Brasile a USA 1994 e miglior giocatore di quell'edizione. Quest'anno le preghiere verdeoro sono in gran parte riservate a Gabriel Jesus, attaccante del Manchester City e punta di riferimento per la Nazionale che, insieme a Neymar e Coutinho, formerà uno dei migliori tridenti della competizione. Jesus, 21 anni compiuti ad aprile, è uno di quelli che potrebbe avvertire la pressione, quindi Romario ha deciso di svelargli alcuni trucchi per rendere al massimo: "Fai tanto, tanto sesso - ha detto l'ex calciatore, oggi senatore del Parlamento brasiliano, al quotidiano Lance -. Fare l'amore è una delle mie raccomandazioni, oltre che sfruttare al massimo i giorni liberi e, naturalmente, concentrarsi a pieno nei giorni delle partite e durante i match stessi". E se lo dice lui, uno che di esperienze a sfondo erotico ne ha raccolte tante nel corso della carriera, dal sesso fatto nello spogliatoio del Maracanã alla pazza fuga d'amore nella Coppa America del 1997, probabilmente bisogna credergli. "Gabriel e i suoi compagni devono entrare nella mentalità che la prossima occasione potrebbe essere l'ultima, quindi di dare il massimo perché magari non capiterà più di giocare un incontro così importante - ha poi aggiunto l'ex stella di Barcellona e Vasco da Gama tra le altre -. Il Mondiale è un torneo completamente diverso dagli altri. Bisogna essere concentrati al 100% e lasciare tutti i tuoi problemi da parte, altrimenti non giocherai la Coppa al massimo livello. La possibilità che ha lui di giocare in club europeo è molto importante perché ti permette di confrontarti con l'80-90% dei giocatori che disputeranno il torneo in Russia. Non ho molti altri consigli da dargli, ma so quanto lui valga e quanto può dare alla Seleçao. Deve giocare la Coppa del Mondo e fare gol, questo è ciò che conta". Vedremo se la giovane punta del City seguirà i consigli di Romario e riuscirà a ripetere i risultati ottenuti da lui prima e da Ronaldo poi, a partire dalla gara di debutto contro la Svizzera, in programma il 17 giugno.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche